Elezioni, oltre 3mila voti per il Pri. Fusignani: "Consolidato l’asse con il Pd"

Un risultato più che lusinghiero per il segretario del Pri Ravenna, Eugenio Fusignani: "Il ballottaggio era atteso e non ci coglie impreparati"

Con 3154 voti e il 4,43% il Partito Repubblicano di Ravenna è il secondo partito di coalizione del centro sinistra, dopo il Pd. Un risultato più che lusinghiero per il segretario del Pri Ravenna, Eugenio Fusignani: "Il ballottaggio era atteso e non ci coglie impreparati. Certo è il segnale dei tempi che sono cambiati. Nemmeno città dove storicamente il centro sinistra vinceva al primo turno possono dirsi sicure, come sappiamo, e su questo pesa naturalmente la disaffezione al voto, preoccupante anche a Ravenna, eppure in linea con il dato nazionale dell’affluenza. Calo che però non intacca il Pri Ravenna, unico partito a mantenere il proprio risultato, eravamo al 5,1% nel 2011, ma va ricordato che si votava in due giorni e che il calo dell’affluenza è stato del 12%”.

Quello del Pri Ravenna è un risultato importante sia all’interno della coalizione, che nel panorama generale, come ricorda Fusignani: “Siamo l’unico partito della coalizione che consolida il proprio risultato, a dimostrazione di come il lavoro fatto sia stato premiato dall’elettorato. Un lavoro che ha visto per la prima volta il PRI aprirsi in maniera radicale alla società civile, allargandosi a candidati indipendenti. Ringrazio naturalmente tutti i 32 candidati, che hanno contribuito con il loro lavoro e il loro entusiasmo a portare il risultato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Pri è quindi il secondo partito della coalizione, superando ampiamente i 3000 voti e ambendo, in caso di vittoria al ballottaggio a due consiglieri certi in aula. “E’ un risultato questo – prosegue Fusignani – che mantiene e consolida l’asse con il Pd, che però perde consensi e che dimostra come le liste civiche in generale segnino il passo. Noi siamo la seconda gamba della coalizione. Una gamba affidabile, forte della propria tradizione di partito e della propria capacità di allargamento alla società civile. Mi complimento con le liste che siedono al nostro fianco in coalizione, mi riferisco in particolare a quelle fuori dalla coalizione, con l’unica eccezione della lista guidata dalla Michela Guerra, che intercetta il malcontento”. Il segnale che la non politica non ha vinto, almeno a Ravenna, è dato per Fusignani “dal rinnovato riconoscimento del ruolo dei partiti, con un risultato storico per il PRI, che rilancia da Ravenna l’ipotesi di rinascita dell’Edera a Ravenna, in Emilia Romagna e a livello nazionale”. Si riparte quindi dal risultato di Ravenna per ritrovare un ruolo anche nazionale al Pri.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento