rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Politica

Il Pd vince con meno voti, crolla la Lega ma sale Fratelli d'Italia: il confronto con le comunali 2016

Vittoria ampia per De Pascale che si riconferma evitando il ballottaggio. Buono il debutto di Coraggiosa, sprint di Fratelli d'Italia, il crollo di Lega, Forza Italia e La Pigna e la prima prova dei 5 stelle alle amministrative di Ravenna

Al termine delle elezioni amministrative 2021 a Ravenna si registra l'ampia vittoria e riconferma del sindaco Michele de Pascale. Il candidato della coalizione di centrosinistra ha infatti ottenuto 39.030 voti, il 59,47% delle preferenze. Un risultato ben diverso dalle precedenti comunali del 5 giugno 2016, dove la coalizione di de Pascale fu costretta a scontrarsi con la coalizione di centrodestra guidata da Massimiliano Alberghini al turno di ballottaggio. Lo sfidante FIlippo Donati si è fermato ha 14.742 voti (22,46%), mentre nel 2016 Alberghini aveva conquistato 20.500 voti (27,97%).

Tutti gli eletti del nuovo consiglio comunale

Non si tratta però dell'unica differenza fra le due tornate elettorali. La prima importante novità riguarda infatti l'affluenza al voto, nettamente inferiore rispetto al 2016. Se alle amministrative di 5 anni fa si erano presentati alle urne 75.527 ravennati, nel 2021 sono stati registrati 67.469 votanti, un divario di oltre ottomila elettori (7 punti percentuali in meno). Un dato importante da tenere in considerazione nel confronto fra i risultati delle varie liste.

Il centrosinistra

La coalizione di centrosinistra a sostegno di de Pascale grazie al suo risultato ottiene 22 seggi in consiglio comunale: 15 al Pd, 2 alla lista de Pascale sindaco, 2 a Ravenna Coraggiosa, 2 al Partito repubblicano italiano e uno al Movimento 5 stelle. Facendo un confronto tra i risultati delle precedenti comunali, vediamo che il Partito Democratico ha raccolto 22.740 voti (36,33%), mentre nel 2016 erano 25.031 voti (35,14%): a causa dell'affluenza la percentuale è dunque aumentata, nonostante il numero di voti del 2021 sia più basso. Sostanziale tenuta per il Partito Repubblicano Italiano, che in questa tornata ottiene 3250 voti (5,19%) rispetto ai 3.154 voti (4,43%) del 2016, anche se 'retrocede' a quarta forza della coalizione dietro a Pd, De Pascale Sindaco e Ravenna Coraggiosa.

Alla sua prima prova Ravenna Coraggiosa ottiene 3360 voti (5,37%), un buon risultato se confrontata con Sinistra per Ravenna, lista che nel 2016 appoggiava la coalizione di de Pascale e che aveva ottenuto 1.750 voti (2,46%). Nel 2016 non era presente nemmeno il Movimento 5 Stelle, che in queste amministrative ha raccolto 2443 voti (3,9%): nelle precedenti amministrative il Movimento non aveva concesso il simbolo alla candidata sindaco Michela Guerra, che si presentò al voto con la lista CambieRà ottenendo 9.077 voti (12,74%). Sempre in questa tornata facevano parte della coalizione di centrosinistra anche le liste de Pascale Sindaco, che ha guadagnato 3690 voti (5,89%), Ravenna In Campo con 1226 voti (1,96%), Ambiente e Territorio per Maiolini con 667 voti (1,07%) e  Voci Protagoniste con 387 voti (0,62%).

Il centrodestra

Passando ad analizzare la coalizione di centrodestra a sostegno di Filippo Donati, vediamo anche qui profondi cambiamenti rispetto alla precedente tornata elettorale. Se Fratelli D'Italia nel 2021 ottiene 5589 voti (8,93%), nel 2016 presentandosi come Fratelli D'Italia - Alleanza Nazionale ne aveva ottenuti solo 1.205 (1,69%) ed era rimasta esclusa dal consiglio comunale. Sono 6 in totale i seggi per la coalizione di Donati: 3 a Fratelli d'Italia, 2 alla Lega e uno alla lista Viva Ravenna. Per la Lega però si deve registrare un sostanziale dimezzamento dei voti: 5238 (8,37%) sono quelli raccolti nel 2021, mentre nel 2016 erano 10.566 (14,83%). Viva Ravenna al su debutto conquista 2804 voti (4,48%).

Le altre liste

Spostandosi alla coalizione di Alvaro Ancisi, si nota che Lista Per Ravenna ha ottenuto 2076 voti (3,32%) rispetto ai 4.526 voti (6,35%) ottenuti nel 2016, quando però era nella coalizione a sostegno di Alberghini. Ancisi aveva preferito correre 'da solo' slegandosi dal centrodestra proprio per cercare di tornare ai risultati del 2011, quando LpRa ottenne il 10,5%; ma la scelta non ha premiato. Nessun riferimento con le precedenti amministrative per le liste Amici Animali 462 voti (0,68%), Ravenna Per I Pensionati 173 voti (0,28%), Lista Del Mare 167 voti (0,27%), Il Popolo Della Famiglia 166 voti (0,27%) e Rinascimento Per Ravenna 137 voti (0,22%). Con il suo risultato Ancisi viene comunque rieletto in consiglio comunale.

Un passo indietro per la lista La Pigna, a sostegno della candidata Veronica Verlicchi, che nel 2021 raccoglie 1210 voti (1,93%), rispetto ai 3.804 voti (5,34%) che aveva conquistato nel 2016 a sostegno di Maurizio Bucci. Alla loro prima esperienza nelle comunali le liste Forese In Comune 365 voti (0,58%), Italexit 325 voti (0,52%), Ravenna S'e' Desta 218 voti (0,35%) e Noi Per I Lidi 191 voti (0,31%). Crollo anche per Forza Italia, che in queste elezioni sosteneva Alberto Ancarani: 1634 voti (2,61%) i voti ottenuti, mentre nel 2016 erano stati 3.549 (4,98%), ma in appoggio alla coalizione di Alberghini. Sosteneva Ancarani anche la lista Primavera Ravenna che ha ottenuto 381 voti (0,61%). Verlicchi e Ancarani ottengono comunque un seggio in consiglio comunale.

Non si possono fare confronti con le precedenti amministrative per la lista 3V Verità Libertà a sostegno di Emanuele Panizza 1848 voti (2,95%), che in epoca Covid ottiene comunque una percentuale discreta. Percentuali sotto l'1% per l'estrema sinistra: Comunisti Uniti a sostegno di Alessandro Bongarzone ottiene 547 voti (0,87%), Potere al Popolo a sostegno di Gianfranco Santini 462 voti (0,74%), Partito Comunista a sostegno di Lorenzo Ferri 411 voti (0,66%) e Riconquistare l'Italia a sostegno di Matteo Rossini 146 voti (0,23%). Pochi voti anche per Alleanza di Centro a sostegno di Mauro Bertolino, 323 (0,52%).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd vince con meno voti, crolla la Lega ma sale Fratelli d'Italia: il confronto con le comunali 2016

RavennaToday è in caricamento