rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Politica

Elezioni, de Pascale: "Gli elettori non hanno creduto alla 'città allo sbando' raccontata dai miei avversari"

"Perciò mi auguro che nel dibattito della prossima legislatura sparisca questo approccio totalmente privo di fondamento e che ci si concentri sulle proposte e sui progetti"

"Lunedì sera sono stato travolto dalle emozioni per un risultato che con grande sincerità è andato oltre le nostre aspettative, che ha premiato il lavoro di cinque anni e anche una campagna elettorale condotta con serietà, contenuti, proposte concrete e progetti di visione". E' comprensibilmente soddisfatto Michele de Pascale, premiato dai ravennati con la riconferma a sindaco della città per i prossimi 5 anni. Il candidato del centrosinistra ha ottenuto 39.030 voti, il 59,47% delle preferenze.

Elezioni 2021, vince de Pascale (foto Massimo Argnani)

"Ho scelto di condurre una campagna elettorale “a modo mio” - spiega de Pascale - “A modo mio” perché abbiamo sempre percorso la strada dell’unione, della condivisione e della partecipazione. “A modo mio” perché abbiamo dato la priorità alle proposte, ai progetti e alle visioni per il futuro della città, anziché essere proiettati solo alla celebrazione di quanto già fatto o già ottenuto. “A modo mio” perché non abbiamo mai negato i problemi, ma li abbiamo sempre riconosciuti spiegando come intendevamo affrontarli e risolverli. E infine “a modo mio” perché non abbiamo mai attaccato o offeso nessun’altro candidato. Forse nel manuale del candidato elettorale vincente è previsto di offendere, mentire, negare i problemi anche quando sono evidenti. Ma questa non è mai stata nè mai sarà la mia cifra. Oggi sono due volte felice perché è evidente che i ravennati e le ravennati mi hanno votato anche per il mio modo di essere".

"Al di là della percentuale oggettivamente elevata, ma che comunque è sempre influenzata anche dagli andamenti dell’affluenza, cinque anni fa sia al primo che al secondo turno ottenni 34mila voti; dopo cinque anni di lavoro e una pandemia durissima mi sono attestato su 39mila voti, 5mila in più con calo di affluenza, un dato che per me parla più di tutti - afferma il sindaco analizzando il voto - Il centrosinistra avrà una maggioranza consiliare con 22 consiglieri sui 32, invece dei 20 della passata consiliatura. Questo però non ci impedirà di ricercare un dialogo costante e proficuo con tutte le forze di minoranza. Il centrosinistra avanza di tredici punti rispetto alle scorse amministrative e di sette punti rispetto alle elezioni regionali. Emerge un risultato assolutamente positivo di tutte le liste, con traguardi personali molto importanti. Ringrazio di cuore ad uno ad uno tutti i candidati e le candidate al consiglio comunale per l’apporto e l’impegno positivo e assolutamente unico che hanno dato".

"Naturalmente con il massimo rispetto per tutti gli avversari e per i cittadini e le cittadine che li hanno legittimamente votati, è comunque evidente che è apparsa assolutamente non credibile una descrizione della città come ferma, allo sbando, priva di progetti ambiziosi, incapace di fronteggiare le difficoltà - scocca una frecciatina agli avversari - Perciò mi auguro che nel dibattito della prossima legislatura sparisca questo approccio totalmente privo di fondamento e che ci si concentri sulle proposte e sui progetti. Per quanto mi riguarda assicuro come sempre la totale assenza di pregiudizio nel valutare le proposte a prescindere da dove proverranno. Sono sicuro che in questo quasi 60% che mi ha votato ci siano anche persone che non la pensano come me su tutto o che non si siano sempre identificate nelle mie parole, però credo mi sia sempre stata riconosciuta onestà intellettuale, buon senso, sincerità e una visione chiara del cammino da fare insieme".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, de Pascale: "Gli elettori non hanno creduto alla 'città allo sbando' raccontata dai miei avversari"

RavennaToday è in caricamento