Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica

Elezioni, de Pascale presenta la sua coalizione: "Una partita senza precedenti: noi siamo pronti"

"Credo che tutti i ravennati e le ravennati si rendano perfettamente conto della differenza sostanziale tra il nostro progetto, i protagonisti e le protagoniste che lo animano e quello presentato delle destre ravennati"

“La nostra campagna elettorale è cominciata il 22 maggio con l’inaugurazione del comitato in Piazza San Francesco, con obiettivi chiari. Siamo partiti con un grande progetto di coinvolgimento delle migliori energie della città. Una squadra rinnovata, più ampia rispetto quella che mi ha accompagnato in questi cinque anni, costituita da nuove e nuovi protagonisti e dotata di un progetto ambizioso, capace di fronteggiare la fase finale della pandemia sul versante della salute, del lavoro e della socialità". Così ha presentato martedì pomeriggio in piazza Kennedy Michele de Pascale, sindaco per Ravenna 2021, la sua coalizione e il progetto alla base del suo programma di mandato per i prossimi cinque anni.

“A distanza di più di tre mesi – continua de Pascale – abbiamo dato vita a 20 iniziative di Movimentazione Civica, centinaia di momenti di confronto sul territorio che hanno coinvolto oltre 1200 persone, e unito una coalizione plurale, coesa sul programma, che con ogni probabilità costituisce uno dei fronti civici e politici più ampi in Italia, in grado di unire un nuovo centrosinistra e un protagonismo civico di cittadini e cittadine che pur non riconoscendosi nelle categorie della politica nazionale, vogliono spendersi attivamente per la città. Ora ci aspetta l’ultimo mese di campagna elettorale. Presentiamo oggi la squadra di candidati e candidate e il programma, frutto degli incontri della Movimentazione civica e dei tavoli di coalizione. Nelle prossime settimane lavoreremo per farlo conoscere e apprezzare a tutti i ravennati e le ravennati e per ottenere la loro fiducia per il futuro della città”.

Il programma in sintesi

Qualità dei servizi alle persone, servizi educativi e sociali, salute e politiche sanitarie, ambiente e transizione ecologica, lavoro e occupazione nei settori strategici per il territorio, forese, porto offerta culturale, sono le principali priorità del programma della coalizione che sostiene Michele de Pascale. Tanti sono i progetti importanti su quali si sta già lavorando, in parte anche già finanziati e che rappresenteranno una svolta decisiva nel futuro della comunità: la fase due dell’Hub portuale, quindi l'ulteriore approfondimento dei fondali dello scalo, che avrà l’opportunità di affermarsi con un ruolo di primo piano nell’export e raggiungere nuovi mercati esteri; 30 milioni di euro in 5 anni per strade e marciapiedi; un grande programma di riforestazione urbana e pinetale con l’obiettivo di riportare il totale di ettari coperti da alberature alle proporzioni antecedenti la Seconda guerra mondiale, ovvero 7.400 ettari; le case della salute in Darsena, a Marina di Ravenna e a Castiglione; il completamento della passerella sul Candiano fino al ponte mobile; un grande piano di transizione ecologica, a partire dal progetto Agnes che trasforma piattaforme estrattive alla fine del ciclo di vita, in un parco eolico a mare, per continuare a fare di Ravenna la protagonista assoluta dell’energia e della nuova chimica in Europa. Accanto a questi tanti altri progetti tra cui il potenziamento della rete di medicina territoriale e l’ampliamento del pronto soccorso, investimenti sul polo universitario affinché divenga un’eccellenza nelle vocazioni territoriali e nella ricerca; consumo di suolo zero, incremento del verde urbano e valorizzazione del nostro straordinario patrimonio naturalistico; un importante piano di mobilità sostenibile, accessibilità e fruibilità che rimuova le barriere architettoniche e territoriali; un grande progetto di coesione territoriale per una concezione policentrica di Ravenna che significa pensare ad ogni località come un centro; cultura come bene comune diffuso su tutto il territorio.

"Qualcuno ha denunciato, e sono d'accordo, che questa campagna ha visto una proliferazione eccessiva di candidati - ha ammonito de Pascale - Chiunque si candidi per mettersi a servizio della città non avrà mai una mia polemica contro, ma il dubbio che una larga parte di candidati non abbia questo fine è più che lecito: 5 anni fa avevo 7 liste a mio sostegno, oggi sono 8, noi abbiamo l'ambizione di ottenere la maggioranza già al primo turno. Qualcuno spera di no, ma il nostro campo rappresenta circa la metà dell'elettorato con un candidato solo, mentre l'altro 50% ha 10 candidati sindaco. Quindi questa proliferazione che rende difficile il confronto ha dei responabili, che sicuramente non siamo noi che abbiamo fatto lo sforzo di stare insieme".

"Noi come paese ci stiamo indebitando: il Pnrr è una montagna di debiti e chi è in difficoltà deve indebitarsi, ma noi possiamo indebitarci in due modi - ha aggiunto - All'italiana, per risolvere il problema di oggi e lasciare ancora una volta alle nuove generazioni più problemi, oppure possiamo fare di questi 5 anni anche nella nostra città i 5 anni della svolta sull'occupazione dei più giovani. Noi dovremo essere in grado in tutte le filiere, dal porto al turismo all'agricoltura all'industria, di dare lavori sicuri ed equamente retribuiti. Nel nostro programma prenderemo in mano i centri per l'impiego, perchè non sopporto più lo sguardo disperato di chi mi ferma per strada e mi dice che non ha lavoro e che andare al centro per l'impiego non serve a niente. Siamo appassionati, innamorati della nostra città, non siamo permalosi. Vogliamo impegnarci a risolvere i problemi con una attenzione maniacale ai piccoli problemi, ma con una visione di città".

“In questo scenario – conclude de Pascale – presentiamo nel campo del centrosinistra la mia candidatura e otto liste fatte di persone vere, uomini e donne in carne ed ossa che i ravennati conoscono, che hanno incontrato e incontrano tutti i giorni. Questo è il nostro lavoro. Credo che tutti i ravennati e le ravennati si rendano perfettamente conto della differenza sostanziale tra il nostro progetto, i protagonisti e le protagoniste che lo animano e quello presentato delle destre ravennati. I prossimi cinque anni si giocherà una partita senza precedenti per la nostra città. Noi siamo pronti”.

de-pascale-coalizione-2

Le otto liste a sostegno della candidatura di Michele de Pascale

Partito repubblicano italiano

"La lista del Pri si presenta aperta alla società civile e vuole rappresentare al massimo la società che cambia. È la lista più rosa d’Italia con 21 donne e aperta a metà candidati che provengono appunto dal mondo civile. La linea politica del Pri di Ravenna da sempre contribuisce al buon governo della città. Per noi i punti salienti sono: lo sviluppo economico del territorio, le infrastrutture, il porto, l’energia. Ovviamente il miglioramento dei livelli occupazionali attuali, anche attraverso la transizione energetica realistica che difenda le specificità ravennati. Sanità, intesa come diritto e dovere delle istituzioni, di garantire al massimo la salute e l’offerta qualitativa dell’ospedale di Ravenna. Sicurezza, forese, lidi, città, proseguire col buon governo della città affrontando le nuove sfide”.

Movimento 5 Stelle

"Il Movimento 5 Stelle è promotore e sostenitore di una Ravenna all'avanguardia, in settori strategici: energia rinnovabile, un polo logistico di eccellenza come il nostro complesso portuale, la valorizzazione del patrimonio artistico, che ottimizzi un’offerta turistica pari ad una domanda sempre più crescente. Una città d'arte con energia ad emissioni zero, nuovi protocolli per la sicurezza sul luogo di lavoro. Punti irrinunciabili sono quindi per il Movimento 5 Stelle: la transizione energetica partendo dal polo dell'energia green, la tutela del lavoro e dei lavoratori con progetti come il contratto etico comunale in cui vi sia un salario minimo garantito per i lavoratori delle società aggiudicatrici dei bandi di gara comunali, una forte impronta innovativa sulla gestione e valorizzazione dei monumenti storici, con progettazione a lungo termine, per un vero rilancio di un turismo nuovo e sostenibile, la valorizzazione del nostro forese e delle attività legate alla nostra terra".

Ravenna in campo

"Lo sport e l’inclusione sono i temi centrali del nostro lavoro, sport inteso come investimento, cultura e modello di welfare. Il nostro è un progetto che ambisce a rappresentare una sintesi tra rinascita delle imprese, la sicurezza dei lavoratori, crescita economica e la salvaguardia dell’ambiente, superando tradizionali dicotomie tra visioni contrapposte e ferme su preclusioni ideologiche. Lista civica de Pascale sindaco La lista civica de Pascale sindaco nasce dalla volontà di dare spazio e valorizzare nuove e diverse competenze in alcuni ambiti specifici portandoli al servizio della città, vuole essere uno strumento a disposizione di chiunque desideri partecipare attivamente alla politica, ma senza l’intenzione di iscriversi ad un partito".

Lista civica de Pascale sindaco

"La lista civica de Pascale sindaco nasce dalla volontà di dare spazio e valorizzare nuove e diverse competenze in alcuni ambiti specifici portandoli al servizio della città, vuole essere uno strumento a disposizione di chiunque desideri partecipare attivamente alla politica, ma senza l’intenzione di iscriversi ad un partito".

Partito Democratico

"Il nostro comune è caratterizzato da un’ampia varietà di realtà specifiche, in ambito di sviluppo economico, ambientale, di conformazione del territorio, di aggregazioni sociali e urbanistiche. Questa varietà ne rappresenta la ricchezza, ma al contempo la complessità nell’attività di governo. Governare bene la città significa non solo garantire un alto livello di qualità della vita oggi, ma anche essere in grado di programmare lo sviluppo economico, culturale e sociale per gli anni futuri. Vogliamo che Ravenna sia capace di offrire alle nuove generazioni opportunità di realizzazione personale e professionale. Per questo è necessario avere un contesto che permetta di vivere bene, con un’alta dotazione di servizi, una rete sociale e di sostegno solidale; un territorio salubre, sicuro e piacevole da vivere; un tessuto di opportunità imprenditoriali e lavorative florido e innovativo, capace di raccogliere le opportunità della nostra epoca. I nostri candidati sono l’espressione di esperienze e conoscenze a cui vogliamo dare voce e rappresentanza. Sono uomini e donne credibili e disponibili a impegnarsi in prima persona per migliorare la qualità della vita dei cittadini. Molti hanno alle spalle storie importanti e rappresentano tutto il territorio comunale da Savarna fino a Savio. Il PD è un partito aperto, capace di valorizzare i talenti delle persone che con impegno e passione lavoreranno per il futuro di Ravenna, coinvolgendo tutti nella costruzione di nuovi progetti".

Ambiente & Territorio con Maiolini

"Ambiente & Territorio si prefigge di sviluppare la partecipazione dei cittadini nelle scelte più strategiche e complesse dell'amministrazione. Punta inoltre ad approfondire all'interno della coalizione i temi di matrice ecologista. Limitazione al massimo del consumo e della impermeabilizzazione del suolo, produzione di energia pulita. Quindi realizzazione di Comunità energetiche e sviluppo dell'energia eolica, con massima attenzione ad una mobilità ecologicamente più sostenibile".

Ravenna Coraggiosa

"Ravenna Coraggiosa è un progetto, un'idea da pensare insieme, a disposizione di tutto il centrosinistra per le prossime elezioni. Abbiamo il tempo necessario per costruire una proposta innovativa col cuore a sinistra. È il momento di avere coraggio Voci protagoniste L’obiettivo della nostra lista è di riunire e rappresentare, tramite un unico strumento, le voci di tutte quelle persone rimaste troppo a lungo inascoltate. Fra queste quelle delle giovani cittadine, troppo spesso ignorate e non comprese, seppur portatrici di tante idee e della voglia di contribuire al rinnovamento del contesto sociale in cui vivono. Per giungere a una concreta trasformazione è necessario responsabilizzare i giovani, rendendoli partecipi nei processi decisionali a livello comunale".

Voci protagoniste

"L’obiettivo della nostra lista è di riunire e rappresentare, tramite un unico strumento, le voci di tutte quelle persone rimaste troppo a lungo inascoltate. Fra queste quelle delle giovani cittadine, troppo spesso ignorate e non comprese, seppur portatrici di tante idee e della voglia di contribuire al rinnovamento del contesto sociale in cui vivono. Per giungere a una concreta trasformazione è necessario responsabilizzare i giovani, rendendoli partecipi nei processi decisionali a livello comunale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, de Pascale presenta la sua coalizione: "Una partita senza precedenti: noi siamo pronti"

RavennaToday è in caricamento