rotate-mobile
Politica Faenza

Elezioni Europee, De Carli: "Porterò in Parlamento i temi cari alla mia terra, la Romagna"

Tra i candidati locali alle prossime elezioni europee c'è anche Mirko De Carli, consigliere comunale del Popolo della Famiglia a Riolo Terme, candidato nella lista Libertà

I prossimi 8 e 9 giugno anche nel territorio locale, come in tutta Italia, si vota per le Elezioni Europee, che dovranno disegnare il nuovo Parlamento Europeo. Tra i candidati locali - qui l'elenco completo - c'è anche Mirko De Carli, consigliere comunale del Popolo della Famiglia a Riolo Terme, candidato nella lista Libertà.

"La lista Libertà nasce dall'intuizione di tante sigle, tra cui Il Popolo della Famiglia, di cui sono consigliere nazionale e consigliere comunale a Riolo Terme, che solo restando uniti si può andare a sfidare il sistema partitico attuale, che antepone fintamente destra e sinistra, accomunate dall'agenda Draghi. Noi come Libertà ci poniamo come alternativa all'agenda Draghi - spiega De Carli - Come Popolo della Famiglia abbiamo a riguardo il tema della tutela della vita in ogni sua forma, supporto alle fragilità ed alla maternità. Pensiamo che sia doveroso riconoscere il reddito di maternità, uno strumento che garantisce assistenze e supporto alle famiglie che con tanti sforzi investono sulla istituzione della famiglia. Rammento inoltre quanto sia importante difendere la vita; tra politiche abortiste e ricatti di alcune associazioni per fare approvare l'eutanasia, i temi cosiddetti etici hanno un ruolo impattante in questo preciso momento storico. È quindi doveroso non essere ambigui. A differenza di altri partiti che si riempiono la bocca di promesse sul tema vita e famiglia solo in campagna elettorale, noi del Popolo della Famiglia lo trattiamo da sempre in ogni giorno di militanza. Ci batteremo affinché l'aborto non sia più riconosciuto come un diritto e contro chi vuole la mattanza di anziani e fragili".

De Carli spiega poi su quali temi è intenzionato a porre l'attenzione: "Da romagnolo innamorato della mia terra, non posso che portare all'attenzione del Parlamento i temi cari alla mia terra. Il mio pensiero va subito a quanto accaduto dopo l'alluvione. Lo scontro politico tra Governo e Regione Emilia Romagna, profondamente colpevole di quanto accaduto in termini di mancata prevenzione e manutenzione, non ha giovato ai cittadini; se prima è stata l'acqua a metterli in ginocchio, ci ha pensato la burocrazia a dare la mazzata finale. Dall'Europa servono investimenti pesanti in termini economici, di modo da poter affrontare le altre emergenze che derivano dai tragici fatti alluvionali - precisa - Penso subito all'emergenza abitativa. Con alcune abitazioni dichiarate inagibili, sono tanti i cittadini che si trovano senza casa. I canoni di affitto sono sempre più alti e rendono arduo trovare una nuova sistemazione. Come Popolo della Famiglia abbiamo proposto nuove contrattazioni, vedi mutuo sociale, per smuovere una situazione davvero drammatica. Strade, fossi, argini e fogne necessitano di pulizia e manutenzione. Abbiamo visto nei giorni scorsi, purtroppo, che quanto fatto ancora non basta".

Il candidato interviene poi sul tema dell'economia 'green': "La politica attenta all'ambiente è sicuramente quanto di più importante si debba fare per lasciare alle nuove generazioni un pianeta più vivibile e a misura d'uomo e di famiglie. La terribile propaganda green che si sta facendo ponendo scadenze su motori a combustione ed efficientamento energetico delle abitazioni va in direzione opposta a buon senso e reale bisogno dei cittadini. Se pensiamo poi alle nuovi fonti di energia, la progettazione di nuovi impianti eolici, ad esempio quello di Ravenna, dà sostanza alla mia tesi. Si faccia prevenzione ma senza essere schiavi dell'ideologia".

Infine il tema del lavoro: "Mi batterò in Europa per evitare nuovi strumenti di persecuzione e ricatto come il Green Pass - conclude De Carli - Deve essere garantito lavoro sicuro ed in regola, con particolare attenzione al lavoro povero, ovvero quello delle tante famiglie che, causa costo della vita sempre più alto, faticano ad arrivare alla fine del mese. Non dimentichiamo che ancora ad oggi sono troppi gli imprenditori, soprattutto tra quelli che lavorano a stagione, che sono ancora legati al lavoro nero. È una piaga da abbattere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Europee, De Carli: "Porterò in Parlamento i temi cari alla mia terra, la Romagna"

RavennaToday è in caricamento