rotate-mobile
Politica

Europee, poche speranze per i candidati ravennati: solo Cavedagna (FdI) va in Europarlamento

Bolognese, ma con origini faentine, Cavedagna è il solo che grazie alle preferenze conquista un seggio in Europarlamento. Fuori tutti gli altri ravennati

Terminato lo spoglio delle elezioni europee, che in provincia di Ravenna hanno visto un generale dominio del Partito Democratico, si passa a considerare i candidati che verranno effettivamente eletti in Europa. Sono infatti 15 i seggi disponibili in Europarlamento per la Circoscrizione Italia Nord Est, dove ricade l'Emilia Romagna. E a livello di circoscrizione (così come in tutta Italia) è Fratelli d'Italia ad aver conquistato più voti, seguita da Pd, Lega, Forza Italia, Alleanza Verdi e Sinistra e Movimento 5 Stelle. 

La diretta delle europee

Non è andata particolarmente bene ai candidati ravennati presenti a queste elezioni, anche se alla fine dovrebbe spuntarla, e diventare eurodeputato, un esponente del centrodestra che vanta un legame con la Romagna. Si tratta di Stefano Cavedagna, imprenditore 34enne bolognese, ma con origini faentine, candidato nelle file di Fratelli d'Italia. Cavedagna risulta infatti il terzo candidato con più preferenze (55.311 in totale) del suo partito (dietro solo a Giorgia Meloni ed Elena Donazzan). Con la premier che rinuncerà al posto in Europa quindi scatterà immediatamente un posto in più e Cavedagna risulterà il secondo nella lista degli eleggibili. Nulla da fare invece per la faentina Roberta Conti, capogruppo in consiglio comunale a Faenza della Lega, che con 1.854 preferenze risulta ultima nell'elenco di candidati della Lega. Poche speranze anche per la ravennate Rada Bolognesi che con 670 voti è ultima tra i candidati del Movimento 5 Stelle. 

Liste sotto la soglia di sbarramento

Diversi altri candidati del Ravennate sono invece tagliati fuori a prescindere dalla soglia di sbarramento al 4% fissata per le liste. Niente da fare quindi per Elettra Stamboulis, che ha raccolto 1.213 preferenze per la lista 'Pace Terra Dignità'; Valeriana Maria Masperi che ha avuto 956 voti nella lista di Azione e Giovanni Poggiali (sempre di Azione) che ne ha ricevuti 572; Kateryna Shmorhay nella lista Stati Uniti d’Europa ha raccolto 880 preferenze; esclusi dall'Europa anche i tre candidati ravennati della lista Libertà, Mirko De Carli con 1.208 voti, Cinzia Pasi e Paolo Silvagni, con 216 voti ciascuno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europee, poche speranze per i candidati ravennati: solo Cavedagna (FdI) va in Europarlamento

RavennaToday è in caricamento