rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Politica Faenza

Elezioni a Faenza, Padovani (Lega): "In città uno stato di insicurezza mai vissuto prima"

E' quanto afferma il candidato sindaco della Lega Nord e della civica “Padovani Sindaco” Gabriele Padovani.

“La sicurezza non deve essere un lusso per i cittadini, ma deve essere un loro diritto sacrosanto. Malpezzi se ne è dimenticato, ma noi faremo si che la legalità sia il punto di partenza della nostra Faenza”. E' quanto afferma il candidato sindaco della Lega Nord e della civica “Padovani Sindaco” Gabriele Padovani.

“Faenza vive in uno stato di insicurezza mai vissuto prima - osserva Padovani -. Furti, rapine e auto lasciate integre la sera, e ritrovate sui mattoni la mattina seguente. Un bollettino di guerra che oramai viviamo quotidianamente. Ma è ora di dire basta, e saremo noi a dirlo, per il bene dei faentini”.

Il candidato sindaco cita come esempio la storia di Don Gatti di San Domenico, "un prete che ha avuto il coraggio di mettersi in trincea contro l’illegalità. Dopo svariati furti nella sua parrocchia, attraverso il suo coraggio e caparbietà, la sua presenza e l’installazione di telecamere è riuscito a fare arrestare delinquenti, assistiti dalla Caritas che da mesi spadroneggiavano indisturbati nella zona. E quindi riporto una frase del Sindaco Malpezzi,che disse “I vigili hanno le mani legate, possono fare ben poco”. Bene, dovete sapere che Don Gatti è riuscito a fermare i delinquenti grazie all’intervento della municipale. Ciò significa che se i vigili vengono utilizzati concretamente e non solo per fare multe, questi possono anche prevenire il crimine in città”.

Conclude Padovani: “Se vincessimo il 31, la vittoria non significherebbe semplicemente un cambio politico al governo, bensì significherebbe un ritorno alla legalità a Faenza. Solo con noi e con le nostre idee Faenza può tornare ad essere una città sicura. Malpezzi ha solo da imparare da esempi come Don Gatti, che hanno il coraggio di mettersi in campo per il bene dei cittadini. Il 31 maggio, mandiamo a casa Malpezzi e ridiamo Faenza a chi spetta di diritto, ai faentini”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Faenza, Padovani (Lega): "In città uno stato di insicurezza mai vissuto prima"

RavennaToday è in caricamento