menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Padovani (Lega): "E' ora di cambiare il parlamento europeo"

Il leghista Gabriele Padovani, candidato all'Europarlamento nella circoscrizione del Nord-Est, non ci sta e snocciola i numeri di quello che definisce “uno scandalo pagato con le tasche dei cittadini”.

“Nel quadriennio compreso fra il 2013 ed il 2016 (ultimi dati disponibili) abbiamo perso 11,247 miliardi di euro che avremmo potuto reinvestire sui nostri territorio: è ora di cambiare aria anche al Parlamento europeo, mandando a casa quei “dormiglioni” che non sono stati nemmeno capaci di portare a casa quei soldi dell'Unione europea che ci spettano”.

Il leghista Gabriele Padovani, candidato all'Europarlamento nella circoscrizione del Nord-Est, non ci sta e snocciola i numeri di quello che definisce “uno scandalo pagato con le tasche dei cittadini”.

“Nel 2016, ultimo anno per cui si hanno i dati, l’Italia ha versato nelle casse di Bruxelles 13,393 miliardi di euro, nel 2015 erano stati 14,691 miliardi, nel 2014 ben 14,594 miliardi e nel 2013 – record – 15,748 miliardi. Dunque, nel quadriennio compreso fra il 2013 ed il 2016 i cittadini italiani hanno versato nelle casse dell'Ue una media di 14 miliardi di euro all'anno - spiega il leghista -. Di rimando, per quanto riguarda i miliardi che l’Italia “riprende” dall’Europa, nel 2016 –ultimo dato disponibile – sono stati 11,592, nel 2015 sono stati 12,338 miliardi, nel 2014 sono stati 10,695 miliardi e nel 2013, di nuovo anno record, erano stati 12,554 miliardi di euro. Complessivamente, dunque, a fronte di 58,426 miliardi di euro versati, al nostro Paese sono stati restituiti appena 47,179 miliardi".

“Il che significa – attacca Padovani – che in 4 anni abbiamo “perso” 11,247 miliardi di euro che avrebbero invece fatto molto comodo per il rilancio dei nostri territori. Andare in Europa significa battersi dai banchi di Bruxelles e Strasburgo per il bene del nostro Paese e non per sprecare i soldi dei cittadini: dopo essere cambiata in Italia, ora è necessario cambiare l'aria anche nelle stanze dell'Europarlamento...” conclude il candidato del Carroccio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento