rotate-mobile
Politica

Elezioni politiche, Basevi (+Europa): "Continuiamo la lotta per i diritti e per l'uguaglianza"

La candidata in campo per i diritti LGBTI+: "Noi vogliamo costruire una società aperta e responsabile, una società in cui tutti possano sentirsi a casa propria"

Caterina Basevi, candidata per +Europa nel listino del Camera, interviene sulle proposte legate ai nuovi diritti civili e sociali che il partito da sempre difende e si batte per ottenere. "Qualche giorno fa Emma Bonino ha affermato, con la sua consueta e potente capacità di sintesi, che 'i diritti civili sono diritti sociali'. Quando mi viene chiesto il perché della mia scelta di candidatura con +Europa, domanda di per sé legittima, rispondo con la forza delle battaglie civili che mi rappresentano da molti anni", afferma Basevi.

"Lottiamo da sempre per i diritti LGBTI+, ma in particolare modo in questa campagna elettorale, nella quale apertamente si mettono in discussione conquiste ottenute con lunghe battaglie - continua la candidata di +Europa - abbiamo inserito nel nostro programma il "Manifesto arcobaleno", per la piena e compiuta uguaglianza delle persone LGBTI+ nel nostro paese e per poter vivere tutti meglio". 

"Poniamo questioni semplici ma pregnanti come la piena applicazione dell'art. 3 della Costituzione, l’eliminazione del vuoto normativo segnalato dalla Corte Costituzionale con le sentenze 32 e 33 del 2021 e la realizzazione dei punti contenuti nel manifesto: equiparazione tra famiglie omosessuali ed eterosessuali - prosegue Basevi - diritto alla genitorialità per single e coppie omosessuali; riconoscimento dei diritti delle persone transessuali ed intersessuali; lotta senza quartiere ai fenomeni di omolesbotransfobia, ivi compresa una legislazione più stringente contro questa fattispecie di reato; campagne di informazione moderne e capillari sulla sessualità consapevole e sulla prevenzione delle infezioni sessualmente trasmissibili".

"A chi obietta che il nostro programma è un attacco alla famiglia e alle tradizioni, rispondo e rispondiamo che, a differenza loro, che vorrebbero una società contro, una società della coercizione e della negazione, noi vogliamo costruire una società aperta e responsabile, una società in cui tutti possano sentirsi a casa propria. Il Manifesto Arcobaleno esprime diritti a cui accedere se lo si vuole, non ottusi obblighi. A tutti coloro - conclude Basevi - che intendessero regredire su questi temi e riportare indietro le lancette della Storia, rispondiamo che +Europa sarà sempre mobilitata contro ogni tentativo di colpi di mano reazionari e oscurantisti. La nostra Storia parla per noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche, Basevi (+Europa): "Continuiamo la lotta per i diritti e per l'uguaglianza"

RavennaToday è in caricamento