rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Politica

Elezioni politiche, intervista a Giovanni Paglia (Sinistra-Verdi): "Resisteremo contro la destra che sa solo discriminare e togliere diritti"

Paglia è candidato capolista dell'Alleanza Sinistra-Verdi nel collegio plurinominale della Camera romagnolo, che comprende le province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini e Ferrara (oltre a questo è terzo nel collegio emiliano che comprende Bologna, Imola e Modena)

Giovanni Paglia è candidato capolista dell'Alleanza Sinistra-Verdi nel collegio plurinominale della Camera romagnolo, che comprende le province di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini e Ferrara (oltre a questo è terzo nel collegio emiliano che comprende Bologna, Imola e Modena). Paglia, 45 anni, viene eletto consigliere comunale nel 1997, a soli 20 anni, in Rifondazione Comunista, di cui è stato segretario provinciale dal 2006 al 2009, anno in cui ha aderito al progetto di Nichi Vendola Sinistra Ecologia e Libertà. Per Sel è stato segretario regionale dal 2010 al 2013, anno in cui è stato eletto deputato. Nel 2017 è entrato in Sinistra Italiana, ricoprendone dal 2021 il ruolo di vicesegretario nazionale.

In vista delle elezioni, abbiamo fatto qualche domanda al candidato.

Com'è nata questa candidatura?

Ho un impegno politico di lunga data alle spalle, che negli ultimi anni mi ha portato ad assumere il ruolo di responsabile economico di Sinistra Italiana e quindi di coordinare la preparazione del programma politico di Alleanza Sinistra Verdi. In questo contesto mi è stato chiesto di candidarmi e ho accettato.

Quali sono i temi di cui dovrà occuparsi in via prioritaria il nuovo Governo? In questi giorni tra le altre cose è intervenuto su scuola, diritti civili e contro l'evasione fiscale e gli infortuni sul lavoro...

Queste sono le nostre priorità assolute: eliminare la precarietà lavorativa, difendere il potere d’acquisto delle famiglie italiane, proteggere le persone da ogni forma di discriminazione, combattere la crisi climatica. Crediamo che la sanità e l’istruzione debbano essere pubbliche e gratuite, perché sono i pilastri dell’uguaglianza. Vogliamo che in Italia tutti e tutte possano vivere con dignità, libere di essere se stesse e in armonia con l’ambiente. Sembra difficile, ma si può fare.

Tema caro energia: domenica sarete in Darsena alla manifestazione anti-rigassificatore. Eppure a livello nazionale siete nella coalizione del Pd che sostiene il progetto...

Ci siamo alleati con il Pd nei collegi uninominali per impedire che la destra possa stravincere e cambiare addirittura la Costituzione. Siamo tuttavia autonomi e rispondiamo solo al nostro programma, che prevede di produrre l’80% di energia da fonti rinnovabili entro il 2030. In quest’ottica serve investire nel fotovoltaico, nell’eolico, nelle comunità energetiche, e non certo nei rigassificatori o in nuove estrazioni di gas. Insistere sulla via del fossile significa condannare il nostro paese alla dipendenza dall’estero e a bollette molto salate per decenni. Noi abbiamo un’idea diversa, più sostenibile sia sotto il profilo ambientale che sociale.

Calenda ha "strappato" con il Pd dopo che i dem si sono alleati con voi, ritenuti "troppo di sinistra". Voi invece avreste voluto un accordo il più "largo" possibile, compresi i 5 stelle, per fronteggiare la destra?

Noi avremmo voluto e vogliamo sconfiggere la destra, perché è pericolosa per i diritti di troppe persone. La cosa migliore sarebbe stata unire tutti quelli che credono nel valore delle diversità, nelle libertà civili, nella solidarietà fra le persone. Non ci siamo riusciti, perché in troppi hanno preferito guardare al proprio supposto interesse elettorale. Siamo comunque in campo per provarci fino alla fine, e di certo non cambieremo idea dopo le elezioni.

giovanni-paglia-6

Nel programma elettorale di Alleanza Sinistra-Verdi c'è la campagna "#Dammi10" con due proposte di punta: 10 euro di salario minimo orario e 10 mesi di trasporto pubblico locale gratuito. Qual è il piano?

Il lavoro povero è la vera piaga del nostro paese. Noi vogliamo una legge sulla rappresentanza sindacale, che permetta ai lavoratori di decidere chi debba rappresentarli e cancelli i contratti pirata. Sappiamo tuttavia che in alcuni settori, come la logistica o i servizi di pulizia, questo non basta. Proponiamo quindi che nessun contratto possa prevedere un salario più basso di 10 euro all’ora, che significano circa 1.300 euro al mese. Crediamo inoltre che il futuro sia nel trasporto pubblico, che permette di abbattere inquinamento, tempi e costi. La crisi attuale, che ha visto crescere in modo abnorme il prezzo dei carburanti, ci consente di fare una grande sperimentazione, che consentirebbe ai cittadini di risparmiare e alle nostre città di respirare. In Spagna lo stanno facendo e funziona. Perché essere da meno?

Quali sono le cose che la preoccupano di più nell'ipotesi di una vittoria del centrodestra?

Oggi non è facile vivere in Italia se sei donna e/o omosessuale, migrante, disabile, una persona con la pelle leggermente più scura o in transizione. Non lo è nemmeno se sei povero. Ecco: io mi chiedo cosa succederà domani, se al Governo siederà chi è unito solo dall’idea di discriminare ogni differenza e togliere diritti. Resisteremo tutti e tutte insieme, ma preferirei evitarlo.

Come mai secondo lei anche collegi storicamente "rossi" sono diventati "blu" nei sondaggi?

Perché la destra è sempre la stessa, unita dagli interessi e dall’odio, mentre la sinistra ecologista, il Pd, il M5S e persino i liberali non sono riusciti a unirsi, nonostante una legge elettorale che di fatto costringe a farlo. Non è la testa della gente a essere cambiata, sono alcuni partiti che non sanno quello che fanno. Eppure, nonostante gli errori, dobbiamo batterci fino in fondo.

Se fosse eletto quale sarebbe la prima cosa che farebbe?

Tassarei al 100% gli extraprofitti delle imprese energetiche e restituirei in questo modo 50 miliardi a cittadini e imprese. Poi bloccherei il prezzo dell’energia. Rischiamo una crisi sociale ed economica fortissima e dobbiamo affrontarla subito, prima che sia tardi.

giovanni-paglia-6

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche, intervista a Giovanni Paglia (Sinistra-Verdi): "Resisteremo contro la destra che sa solo discriminare e togliere diritti"

RavennaToday è in caricamento