rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Politica

Elezioni politiche, intervista a Paola Fuschini (Italexit): "Dobbiamo uscire dall'UE e fare luce sulla gestione della pandemia"

Paola Fuschini è la candidata ravennate nel collegio plurinominale e uninominale per il Senato di Italexit, il partito fondato da Gianluigi Paragone

Paola Fuschini è la candidata ravennate nel collegio plurinominale e uninominale per il Senato di Italexit, il partito fondato da Gianluigi Paragone. 55 anni, podologa, posturologa e naturopata, Fuschini lavora in uno studio privato a Ravenna.

In vista delle elezioni, abbiamo fatto qualche domanda alla candidata.

Com’è nata questa candidatura?

Sono donna e madre: la mia candidatura è nata per lei, mia figlia. Mi vergogno a lasciare questo paese, a lei e alle giovani generazioni future, in questo degrado totale.

Quali sono i temi di cui dovrà occuparsi in via prioritaria il nuovo Governo?

Il Governo dovrà cercare di risollevare l’Italia, perché se ci facciamo un esame introspettivo ci accorgiamo che le cose da cambiare sono praticamente tutte, partendo dall’adesione dell’Italia all’Unione Europea, alla Nato e all’Euro. Le priorità iniziali dovranno essere la ricostruzione di un sistema di protezione statale, a livello economico e sociale per famiglie, imprese e per i territori.

Infatti nel vostro programma proponete l’uscita dall’Unione Europea...

Esatto, per riappropriarci della nostra sovranità nazionale e monetaria, in quanto l’entrata nell’Unione Europea ha tolto al Governo e al Sistema Italia le leve per risolvere i problemi e fare seri investimenti sul lungo periodo. 

Siete contrari anche al rigassificatore: quali soluzioni proponete per uscire da questa crisi energetica?

Siamo contrari al rigassificatore perché sono più i danni che i benefici. Tenuto conto che il rigassificatore verrebbe a trovarsi a pochi chilometri da altri impianti ad alto rischio d’incidente rilevante (RIR) presenti nell’area industriale e portuale di Ravenna, il timore è quello di un pericoloso ed incontenibile effetto domino. L’altro nodo sarebbe il suo impatto sull’ambiente marino e anche quello turistico, distruggerebbe il tessuto economico del territorio. Visto che abitiamo in una penisola, perché non sfruttare il mare? In linea con il programma di Italexit proporrò altri tipi di produzioni di energia rinnovabile, come ad esempio le boe triboelettriche per catturare l’energia dalle onde, oppure le turbine inserite nella profondità del mare, la “turbina sottomarina”, tecnologia già testata nelle acque del Giappone. Poi sicuramente sfruttare l’energia del eolica e solare. Bisogna smettere di parlare di centrali a carbone e altri progetti insostenibili come i rigassificatori. Ma per attutire l’effetto delle bollette proibitive ci deve essere ora un serio scostamento di bilancio di almeno 30 miliardi perché, come da dati ufficiali, in queste condizioni moltissime attività produttive non riusciranno a superare i prossimi sei mesi.

Proponete anche l’istituzione di una doppia commissione d’inchiesta sulla gestione pandemica e sui vaccini.

La doppia commissione d’inchiesta servirà per far luce sulla gestione pandemica da parte del Governo Italiano, che come tutti abbiamo potuto vedere non ha messo in campo le soluzioni adeguate alla situazione, con un piano pandemico non aggiornato e con scelte prese con un comitato scientifico più politico che tecnico. Sui vaccini invece vogliamo fare chiarezza sui contratti, ancora secretati, e sugli effetti avversi, che ci sono stati ma per via della farmacovigilanza passiva le segnalazioni non sono pervenute correttamente, sottostimando così i numeri reali. Troppe persone sono morte, troppe persone sono rimaste danneggiate. Qualcuno deve pagare per le decisioni errate che ha preso.

Se fosse eletta quale sarebbe la prima cosa che farebbe?

Il mio primo provvedimento sarà un disegno di legge per invertire totalmente la rotta che hanno fatto prendere alla sanità in questi anni. La sanità deve tornare totalmente pubblica e deve essere abbattuta la logica aziendale che guida oggi le Ausl. E' il momento di tornare a fare spesa pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche, intervista a Paola Fuschini (Italexit): "Dobbiamo uscire dall'UE e fare luce sulla gestione della pandemia"

RavennaToday è in caricamento