rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Politica

Elezioni politiche, Rontini (Pd): "Una sconfitta che deve farci riflettere su cosa dobbiamo essere"

Si è fermata al 34,7% Manuela Rontini, candidata del Pd ravennate al collegio uninominale di Ferrara-Ravenna del Senato, contro il 41,1% di Alberto Balboni di Fratelli d'Italia

Si è fermata al 34,7% Manuela Rontini, candidata del Pd ravennate al collegio uninominale di Ferrara-Ravenna del Senato, contro il 41,1% di Alberto Balboni di Fratelli d'Italia. I risultati delle elezioni spingono la consigliera regionale faentina a una riflessione: "L’affermazione della destra, guidata da Giorgia Meloni, è netta: a lei vanno i miei auguri di buon lavoro - dice Rontini - Allo stesso modo, anche se non fa piacere dirlo, è evidente la sconfitta del Partito democratico guidato da Enrico Letta: un dato che si attesta al 19%, con un’affluenza così bassa, deve farci riflettere. E spero avremo finalmente modo di confrontarci su cosa deve essere il Pd: per me la sua mission è sempre quella, ovvero “unire le culture e le forze riformiste del nostro Paese” (Walter Veltroni, discorso al Lingotto)".

"Per quel che mi riguarda, che posso dire? - continua Rontini - Sono orgogliosa della campagna elettorale che abbiamo fatto! Sapevamo che era una sfida praticamente impossibile, in un collegio azzurro in cui non voleva candidarsi nessuno. Ma era giusto provarci: per me è stato un onore, grazie al Pd ravennate che mi ha chiesto di farlo! Voglio poi ringraziare tutte le persone con cui ho lavorato in questa campagna elettorale, breve ma intensa, che è stata un’ulteriore occasione per conoscere il nostro territorio ed essere più consapevole delle sue risorse e delle sue fragilità. Davvero grazie di cuore a tutte e a tutti. E grazie anche al Pd ferrarese. In una terra complicata, ho avuto modo di conoscere donne e uomini di grande valore, dirigenti, iscritti e militanti che mi hanno aperto le porte dei loro circoli e accolta con grande affetto: grazie per il pezzo di strada che abbiamo fatto assieme e per quello che faremo. C’è un solo dato positivo in queste elezioni (che ho volutamente tenuto per ultimo): in provincia di Ravenna ho preso 77.241 voti, contro i 75.296 raccolti da Balboni. Non sono bastati, perché nel collegio del Senato c’è anche Ferrara. Ma sono 1945 voti in più del mio avversario e penso confermino che “esserci, per fare”, in Aula e tra la gente, è la strada giusta per il nostro impegno politico! Ad maiora!".

SPECIALE ELEZIONI - TUTTI GLI ARTICOLI

LA DIRETTA - Elezioni politiche 2022, i risultati a Ravenna e provincia: il centrodestra vince alla Camera e al Senato

L'ANALISI DEL VOTO - La nuova geografia dei parlamentari in Romagna: centro-destra pigliatutto nei collegi uninominali

L'ANALISI PARTITO PER PARTITO IN ROMAGNA - FdI partito "nazionale", ma il Pd resta primo. Le città di Ravenna e Cesena restano a sinistra

L'AFFLUENZA A RAVENNA - Ravenna supera la media regionale, ma l'affluenza cala del 7%

IN REGIONE - il centrodestra si prende l'Emilia-Romagna. Bakkali perde per appena 49 voti
Rontini (Pd): "Una sconfitta che deve farci riflettere su cosa dobbiamo essere"

Proni (Pd): "Al centrosinistra è mancata la logica di coalizione. Ora faremo una ferma opposizione"

Bakkali (Pd): "Il centrosinistra si è cannibalizzato, ora ripartiamo cercando di migliorare"

Elezioni politiche, Buonguerrieri (FdI) espugna la roccaforte rossa: "E' stata un'impresa, era una candidatura di servizio"

Elezioni politiche, il centrodestra conquista i comuni del Ravennate: alla Camera vince 11 a 7

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche, Rontini (Pd): "Una sconfitta che deve farci riflettere su cosa dobbiamo essere"

RavennaToday è in caricamento