Elezioni, il Partito Repubblicano conferma l'alleanza con il Pd

Con un voto unanime (una sola astensione) la direzione comunale del Partito Repubblicano e la consulta dei segretari danno sostanzialmente il via libera all’alleanza del Pri col Pd in vista delle prossime elezioni amministrative

Con un voto unanime (una sola astensione) la direzione comunale del Partito Repubblicano e la consulta dei segretari danno sostanzialmente il via libera all’alleanza del Pri col Pd in vista delle prossime elezioni amministrative. Nel documento viene specificato come il Pri condivida "la condotta tenuta nei rapporti con il Pd, dopo la convergenza di quest'ultimo sulle linee programmatiche proposte col documento del 23 settembre scorso. La prematura scomparsa del candidato sindaco proposto dal Pd aveva di fatto aperto un vuoto che solo attraverso un'assunzione diretta di responsabilità da parte del massimo dirigente del Pd, come giustamente indicato dal segretario, poteva essere colmato".

Pertanto, fermo restando i 4 punti di governance territoriale proposti, la Direzione e la Consulta ritengono di condividere l'indicazione a sindaco di Michele de Pascale, per il senso di responsabilità che comporta la scelta della massima espressione del Pd - viene aggiunto -. Conseguentemente si invita a proseguire il confronto sulle basi delle linee programmatiche marcatamente repubblicane proposte  e su quelle di convergenze politiche che non potranno prescindere da una natura della coalizione fondata sull'asse Pri-Pd, che assegna al partito un forte ruolo politico che caratterizzerà la nuova amministrazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sirezione e la consulta riconoscono a Giannantonio Mingozzi 2il merito di aver svolto, in questi anni, un ottimo lavoro nel ruolo di vicesindaco, dando visibilità al Pri in una situazione di assoluta difficoltà sia per la congiuntura sfavorevole sia per le drastiche riduzioni delle risorse agli enti locali". "Consapevoli dell’importanza della prossima consultazione elettorale, soprattutto per le prospettive di ripresa e rilancio di città e territorio", la direzione e la consulta rimarcano "la necessità di segnare un cambio di passo nell'azione amministrativa che riconsegni a Ravenna il ruolo che le compete nel panorama romagnolo, anche alla luce dei nuovi assetti istituzionali che andranno a prefigurarsi col superamento delle provincie". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Scontro tra due ciclisti nel sottopasso: uno è in condizioni gravissime

  • Perde il controllo della moto e cade nel fosso: interviene l'elicottero

  • Donna "molesta" in un bar, ma quando la Polizia arriva lei è in balìa delle onde del mare: salvata

  • Investito mentre va in bici insieme ad altri ciclisti: si alza l'elicottero dei soccorsi

  • Sorpresi a festeggiare in massa e senza mascherine: 14 ragazzi multati

Torna su
RavennaToday è in caricamento