rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Politica

Elezioni, Fusignani: "Il Pri determinante al successo della coalizione"

Fusignani: “Rivendico questo risultato importante per rilanciare il partito e il ruolo della politica nelle istituzioni”

"Ravenna è ancora una città Repubblicana e l’ha dimostrato anche al ballottaggio, scegliendo Michele De Pascale e il progetto della coalizione di centro sinistra, dove il Pri rivendica con forza autonomia, ma anche la propria visione". Secondo il segretario Eugenio Fusignani, l'Edera "è stata determinate al primo turno e al ballottaggio, perché, pur col fisiologico calo che contraddistingue il voto del ballottaggio, è riuscita a confermare i propri voti, dando un apporto decisivo alla vittoria della coalizione. Abbiamo praticamente riconfermato larga parte di voti del primo turno e di fatto i nostri 3 mila voti sono quelli che hanno garantito la vittoria della coalizione di centro sinistra".

Il Pri Ravenna ha centrato un duplice obiettivo, come spiega Fusignani: “Dare un progetto di governo alla città, serio e credibile e contemporaneamente garantire una prospettiva politica al partito ravennate, regionale e nazionale, attraverso la riconferma della presenza istituzionale. In questo senso l’obiettivo è stato centrato, raddoppiando i consiglieri comunali. Tutto questo è avvenuto partendo Ravenna e dalla Romagna, tanto che il Pri si consolida anche a Cesenatico, dimostrando, ovunque ci siamo presentati, come la politica con una tradizione e una visione possa ancora vincere sull’antipolitica. Nel congresso provinciale dello scorso anno prevalse la mia linea che sosteneva il rilancio del partito attraverso la riconquista delle presenze istituzionali nel territorio e da qui ripartiamo per dare nuova linfa all’Edera regionale e nazionale”.

La soddisfazione di Fusignani è maggiore se si considera “che abbiamo lottato contro tutti, anche contro alcuni detrattori, che hanno usato ogni mezzo per infangarci personalmente e per gettare melma sul partito, peccato che il tempo sia galantuomo e che noi repubblicani abbiamo una sola parola e abbiamo sempre lavorato per Ravenna e per i suoi cittadini. Continueremo a farlo. Non voglio occuparmi di chi parla col rancore della sconfitta o delle scelte sbagliate. Il Pri è e rimane nelle istituzioni forte della sua tradizione laica e democratica”.

"Un plauso va anche naturalmente alla squadra che abbiamo messo in campo, che personalmente ho voluto fortemente, di cui rivendico con orgoglio la paternità - afferma Fusignani -, non solo ha fornito i risultati sperati, tutti i candidati hanno portato a casa un risultato a doppia cifra, ma ha agito come una squadra vera, perché è sempre la squadra che porta il risultato. Questo dovrà e potrà costruire l’ossatura portante del nuovo Pri che si delineerà nei prossimi mesi. Il Pri non appartiene ad un segretario, ad una o più persone, ma a pieno titolo alla storia del Paese e di questa città. Questa storia, grazie al risultato e alla squadra, non si interrompe”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Fusignani: "Il Pri determinante al successo della coalizione"

RavennaToday è in caricamento