menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni regionali, a Faenza si presentano i candidati di Emilia Romagna Coraggiosa

A Faenza i candidati si presenteranno, per la prima volta tutti insieme, presso la Sala 4 di Faventia Sales (ex Salesiani) dalle 17.30, in un incontro dove, tra gli altri, interverranno il senatore Vasco Errani e Silvia Prodi, consigliere regionale uscente.

Isabella Marchetti, Edward Jan Necki, Luca Ortolani, Federica Francesca Vicari: sono questi i candidati che correranno per Emilia-Romagna Coraggiosa, Ecologista e Progressista nella Provincia di Ravenna per le prossime Elezioni Regionali. A Faenza i candidati si presenteranno, per la prima volta tutti insieme, presso la Sala 4 di Faventia Sales (ex Salesiani) dalle 17.30, in un incontro dove, tra gli altri, interverranno il senatore Vasco Errani e Silvia Prodi, consigliere regionale uscente.

"Un patto per il clima, Lavoro dignitoso, Sicurezza, Salute, Sanità pubblica, Servizi di qualità e vicini ai cittadini: questi sono i temi che Emilia Romagna Coraggiosa intende portare avanti - viene illustrato -. Emilia-Romagna Coraggiosa è un progetto che fa la differenza, un progetto civico e politico, ecologista e progressista che si pone l’obiettivo di scrivere una pagina nuova per affrontare le grandi sfide del futuro: la transizione energetica ed ecologica e la lotta alle disuguaglianze. Tutto questo lo facciamo dall’Emilia-Romagna, una Regione che in altri periodi storici ha già dimostrato di avere il coraggio e le capacità necessarie".

"Lo stesso coraggio che adesso serve per affrontare l’emergenza climatica e l’emergenza sociale - viene aggiunto -. Dobbiamo ripensare assieme il futuro di questa regione e dare alle persone risposte ai loro bisogni: una casa, un lavoro, aria pulita. Di fronte a salari che si abbassano, precari e riders sottopagati, ragazzi con due lauree che non trovano lavoro, dobbiamo dare risposte nuovi ai nuovi bisogni della nostra società.  C’è bisogno di una svolta ecologica, più treni, un piano straordinario per le aree montane e periferiche della regione, un nuovo e più capillare servizio di welfare pubblico. Solo così sapremo erigere un argine all’avanzata della nuova destra anche nella nostra Regione".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento