Politica

Elezioni regionali, Elena Ugolini è la prima candidata: "Farò una proposta civica". E Bonaccini la 'corregge'

Nata a Rimini, ma bolognese di adozione, Ugolini è stata sottosegretario di Stato al Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca dal 2011 al 2013, durante il governo di Mario Monti

In attesa di avere conferma sulla candidatura dell'attuale sindaco di Ravenna, Michele de Pascale, a presidente della Regione Emilia Romagna per il Partito Democratico come successore di Stefano Bonaccini, la prima candidata alle elezioni regionali è Elena Ugolini. La direttrice dell'istituto scolastico Malpighi di Bologna questa mattina ha ufficializzato quello che lei stessa definisce un “progetto civico”: nessun accordo con i partiti, quindi, almeno per adesso.

Nata a Rimini, ma bolognese di adozione, Ugolini è stata sottosegretario di Stato al Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca dal 2011 al 2013 durante il governo di Mario Monti. La sua candidatura è arrivata oggi a margine di un incontro a Bologna sui suicidi in carcere e, in generale, sulle condizioni dei penitenziari in Italia.

Ugolini con l'occasione ha affrontato anche l'argomento del problema dell’astensionismo affermando di "voler riportare al voto il 50% dei cittadini emiliano-romagnoli che alle scorse elezioni non hanno votato". Ha poi parlato di giovani, di impresa, di sanità e delle persone fragili o emarginate. “Serve un cambio di paradigma rispetto alle forze politiche che in Regione hanno governato negli ultimi cinquant’anni” ha detto ai cronisti presenti. A proposito di politica, ha confessato di non aver ancora parlato con nessun partito, ma ha fatto sapere che sarebbe contenta se il Pd - così come altre forze politiche - si dimostrasse interessato al suo progetto. 

A strettissimo giro arriva la prima critica da parte del presidente dimissionario Bonaccini: "Ho letto una prima dichiarazione della neo-candidata alla presidenza dell’Emilia-Romagna Ugolini: vuole riavvicinare gli elettori alla politica perché sostiene solo il 50% di essi voto’ alle regionali del 2020 - attaca - Le consiglio di studiare bene i numeri, se vuole evitare gaffes, perché cinque anni fa votò quasi il 70% degli aventi diritto. Cominciamo bene…".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, Elena Ugolini è la prima candidata: "Farò una proposta civica". E Bonaccini la 'corregge'
RavennaToday è in caricamento