menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni regionali, Gardin (Lega): "Nella mia agenda priorità a sicurezza, economia e welfare"

La candidata del Carroccio alle elezioni regionali di domenica, Samantha Gardin, ha già l'agenda pronta

“Sicurezza, rilancio del sistema-Emilia e welfare: ecco i primi tre punti fissati nella mia agenda delle priorità, se domenica sarò eletta consigliere regionale della Lega”. La candidata del Carroccio alle elezioni regionali di domenica, Samantha Gardin, ha già l'agenda pronta.
“I primi tre capitoli nella fitta agenda delle cose da fare riguardano sicurezza, economia e welfare. Per quanto concerne il primo punto, nell'ottica di intercettare e fronteggiare il clima di insicurezza che sta intossicando gli emiliano-romagnoli, proponiamo innanzitutto l’istituzione dell’Assessorato alla Sicurezza e Legalità per il coordinamento delle Forze dell’Ordine su tutto il territorio regionale. All’interno troverà spazio il Garante regionale per la tutela delle vittime di reato (Progetto di legge già presentato in questa legislatura regionale dalla Lega), una figura di riferimento per chi ha subito furti o violenze personali, con un ufficio dedicato all’interno dell’ente e aperto ai tanti cittadini che hanno bisogno di sostegno e consulenza. Inoltre, col recepimento e l’applicazione del Decreto Sicurezza e del Decreto Sicurezza Bis sull’immigrazione, potremo perseguire un maggior presidio del territorio, a tutto beneficio della sicurezza urbana”.

“Venendo al capitolo “economia” - continua Gardin - voglio essere realista: se dovessi dare un voto al Sistema Emilia, gli darei 7, anche se sono consapevole che potremmo essere da 10. L’Emilia-Romagna è una regione ricca di imprenditori, e in particolare di piccole e medie imprese d’eccellenza che continuano ad investire nonostante le politiche fiscali oppressive targate Pd. Non possiamo lasciare da sole le imprese, ma occorre accompagnarle nel loro percorso di crescita: ecco perché intendiamo puntare ad attrarre investimenti verso il nostro territorio. La ricetta per il rilancio del sistema-Emilia? Meno tasse, meno 'ragioneria' agli ordini di Bruxelles: occorre liberare il talento dei nostri imprenditori. Perchè se è vero che non abbiamo il petrolio, è anche vero che creatività, talento e voglia di fare non mancano di certo in Emilia-Romagna. Sul fronte welfare, riteniamo che sia necessario migliorare il sistema di coordinamento del welfare regionale nel suo complesso, dialogando con le piccole e medie imprese, i Comuni e il Terzo Settore, senza escludere nessuno. Tuttavia, tra le nostre proposte, riteniamo sia prioritario il sostegno alla famiglia tradizionale, che intendiamo perseguire sia agevolando le giovani coppie italiane nella ricerca della casa (tant'è che fra i criteri per l'accesso agli alloggi popolari, intendiamo elevare da 3 a 10 anni il requisito della residenzialità storica), sia attraverso misure volte e favorire la conciliazione vita-lavoro, specialmente per le donne. Insomma, come dico sempre: le cose da fare non mancano, ora, però, la priorità è “sfrattare” Bonaccini e il Pd dalla Regione. Di danni in 70 anni di governo monocolore ne hanno già fatti sin troppi...".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento