Politica

Elezioni, Tajani (FI) a Ravenna per sostenere Ancarani: "Serve un assessore alle politiche comunitarie"

Dopo aver incontrato gli elettori e presentato le priorità del partito, Tajani si è poi recato insieme ad Ancarani alla tomba di Dante per rendere omaggio al Sommo Poeta nel settecentenario della morte

Foto Massimo Argnani

A sostegno della candidatura a sindaco dell'azzurro Alberto Ancarani, martedì pomeriggio in piazza Costa in centro a Ravenna è arrivato Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia. Dopo aver incontrato gli elettori e presentato le priorità del partito, Tajani si è poi recato insieme ad Ancarani alla tomba di Dante per rendere omaggio al Sommo Poeta nel settecentenario della morte.

"Ancarani è cresciuto con Forza Italia e la rappresenta nella sua essenza - ha detto il coordinatore nazionale - Ci sarebbe da capire perchè il centrodestra non sia riuscito a raggiungere una sintesi al primo turno, ma vorrà dire che lo faremo al secondo. Siamo sicuri che Ancarani sarà il candidato più forte per competere col centrosinistra a Ravenna. Non sarà facile, ma c'è voglia di cambiare, di dare un segnale di ripresa. I cittadini chiedono tranquillità, serietà, risposte concrete ai problemi, e noi siamo stati l'unica forza in questa fase ad aver dimostrato di anteporre l'interesse nazionale all'interesse di parte, tanto che Berlusconi si è impuntato per avere il governo Draghi, e la Lega ha seguito berlusconi".

Tajani snocciola tra le azioni portate avanti da FI "quella a sostegno delle piccole medio imprese, gli aiuti alle partite Iva, i sostegni all'agricoltura: sono tutte scelte che portano il timbro di Forza Italia. Gli esperti di sondaggi dicono che c'è una graduale crescita di Forza Italia, perchè siamo rimasti la forza che ha fatto più proposte su tutte le questioni aperte, compresa l'immigrazione. E' vero che si vota per il sindaco, ma bisogna tenere presente anche la situazione nazionale. Le due grandi questioni ora sono la salute e il lavoro: dobbiamo procedere con la campagna vaccinale, usare al massimo il Green Pass e lavorare per la scuola in presenza - e quindi vaccinare il personale scolastico; ma dobbiamo difendere anche il lavoro, perchè finchè non sconfiggiamo il Covid non ci sarà la possibilità di una ripresa forte. Dobbiamo fare in modo che l'economia riparta utilizzando i fondi del Recovery Plan, mettendo le imprese in condizione di poter assumere, perchè la soluzione non è il reddito di cittadinanza. Abbiamo chiesto il rinvio delle cartelle esattoriali e l'abbattimento della pressione fiscale, ma anche la burocrazia impedisce ai giovani di diventare imprenditori".

Poi Tajani si rivolge ad Ancarani: "Ridurre le tasse anche in città sarà un impegno che tu dovrai assumere. Senza queste riforme non ci saranno investimenti, mentre noi dobbiamo puntare su una crescita che nel giro di 3-4 anni ci permetta di guardare al futuro con maggiore speranza. Le città turistiche come Ravenna hanno bisogno di una politica a sostegno del turismo, a partire dalla Bolkenstein, una battaglia portata avanti da Forza Italia. Il consiglio che ti do - continua parlando ad Ancarani - è quello di avere un assessore alle politiche comunitarie, che sarà fondamentale: una città come Ravenna non può non interloquire con la Regione per quanto riguarda l'utilizzo del Ricovery Plan. C'è molto da fare anche per la formazione: le persone che perdono il lavoro a 50 anni non possono essere lasciate sole, ma hanno bisogno di una adeguata formazione per essere reimpiegate. Queste sono le chiavi politiche a livello nazionale che devono essere traslate a livello locale. Non sarà una campagna elettorale facile, ma c'è entusiasmo".

Foto Massimo Argnani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Tajani (FI) a Ravenna per sostenere Ancarani: "Serve un assessore alle politiche comunitarie"

RavennaToday è in caricamento