rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Elezioni, Verlicchi (la Pigna): "De Pascale aumenterà le tasse, io le diminuirò"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

De Pascale aumenterà le tasse: io le diminuirò. E' questa, di fatto, la malaugurata ricetta del boccone amaro che attende tutti noi ravennati se de Pascale verrà riconfermato sindaco di Ravenna. D'altra parte, con una colazione a sostenerlo che ingloba tutto e il contrario di tutto (dai pro Oil&Gas ai "no trivelle" tanto per fare un esempio), l'unica iniziativa che de Pascale prenderà è quella di preservare le poltrone dei propri cortigiani politici. Per farlo, passerà attraverso la spartizione dei favori, delle consulenze inutili e reazione di nuove poltrone comode e ben retribuite per i propri "amici". Tutto questo a danno delle tasche dei Ravennati. Certo, perché saremo proprio noi a doverci accollare questi costi.

Con una spesa corrente aumentata per erogare favori e clientele da 160 milioni a 190 milioni in 5 anni e finanziata in gran parte con l'aumento delle multe dagli innumerevoli autovelox installati e dal recupero dell'Imu delle piattaforme, dal prossimo anno in caso di rielezione de Pascale e il Pd vedendo ridursi notevolmente queste entrate, saranno inevitabilmente portati ad aumentare le tasse e il costo dei servizi comunali. E come se non bastasse, dopo avere promesso piogge di soldi per la qualsiasi e miracoli in ogni dove, de Pascale ora è intento a promettere poltrone ed assessorati ad almeno 10 contendenti per delega. Va da sé che per mantenere questa alleanza da Armata Brancaleone dove la conflittualità è alle stelle, la spesa improduttiva aumenterà ancora e  con essa ancora di più il prelievo ai ravennati e alle imprese

Per quanto riguarda me e l'Alleanza civica che mi sostiene, il nostro impegno è come sempre volto altrove. Infatti, attraverso il taglio della spesa improduttiva, ovvero delle uscite dalle casse comunali per pagare servizi e consulenze che nulla portano ai ravennati, saremo in grado di tagliare le imposte comunali in media del 10% (15% per l'IRPEF) e il costo dei servizi comunali che gravano sui cittadini. In particolare, il programma di mandato che intendo attuare da Sindaco di Ravenna prevede: diminuzione delle tasse e del costo dei servizi,  sostegno alle imprese e alle nuove assunzioni, drastico taglio della burocrazia, interventi nel Forese  e nei Lidi con un'Assessore dedicato,  manutenzione puntuale di  strade, piazze, marciapiedi, parchi e giardini,  riorganizzazione ed implementazione dell'ospedale di Ravenna e del  Pronto Soccorso, collegamenti viari e ferroviari per togliere dall'isolamento Ravenna, sicurezza dei ravennati e delle imprese,  opportunità per i giovani. Michele de Pascale in questi 5 anni da sindaco di Ravenna ha accumulato ben 30 incarichi politici a vari livelli. Dal  4 ottobre  però avrà una poltrona in meno sulla quale sedersi: quella di Sindaco di Ravenna.

Veronica Verlicchi, capogruppo La Pigna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Verlicchi (la Pigna): "De Pascale aumenterà le tasse, io le diminuirò"

RavennaToday è in caricamento