Bagnara, è tempo di elezioni: il centrosinistra presenta la sua lista

Il 26 e 27 maggio si terranno le elezioni amministrative nei Comuni con scadenza naturale del mandato degli organi eletti nel 2008 e in quelli che, per motivi diversi, arrivano a elezioni anticipate

i candidati consiglieri Lorenzo Laderchi, Mascia Carnevali, Bruno Maccolini, Giulia Ciarlariello, Matteo Dal Bosco, Valdo Pirazzini (candidato sindaco) e Giulia Garuffi.

Il 26 e 27 maggio si terranno le elezioni amministrative nei Comuni con scadenza naturale del mandato degli organi eletti nel 2008 e in quelli che, per motivi diversi, arrivano a elezioni anticipate. È il caso di Bagnara di Romagna dove, il 21 novembre 2012, è morto prematuramente il sindaco Angelo Galli, eletto nel 2009. Quattro le liste in campo per eleggere il nuovo primo cittadino e il consiglio comunale.

In occasione della presentazione dei candidati è intervenuto il coordinatore del Partito Democratico per la Bassa Romagna, Davide Ranalli. Il candidato sindaco, Valdo Pirazzini era affiancato da Mascia Carnevali, Matteo Dal Bosco, Giulia Ciarlariello, Lorenzo Laderchi, Giulia Garuffi e Bruno Maccolini, candidati al consiglio comunale. Il programma è sintetizzato in dodici punti. “Ho immaginato di incontrarvi in piazza – esordisce Valdo Pirazzini – guardarvi negli occhi e iniziare così  a conversare con voi sulle cose da fare”.

Dopo aver rassicurato i cittadini rispetto al fatto che, se sarà eletto sindaco, si occuperà della città “a tempo pieno”, Pirazzini sottolinea la necessità di “organizzare la macchina comunale con maggiore semplicità”. Fra gli altri punti: far sentire di più la “voce” di Bagnara all’interno dell’Unione dei Comuni, puntando a ottenere un miglioramento dei servizi, con riferimento particolare a quelli sanitari; una maggiore sforzo per incrementare i livelli di sicurezza qualificando la vigilanza urbana. Rispetto alla circolazione, l’impegno è di completare almeno la pista ciclabile sul ponte.

Ben tre punti del programma sono dedicati alla qualità della vita, per avere una città più bella, ancora più attenta ai bambini (ampliamento del polo scolastico, ma anche rendere disponibile al gioco alcuni spazi liberi); e sempre più “paese dell’eccellenza culturale”. L’ultimo punto mette a fuoco un obiettivo fondamentale: “Confermando uno stile amministrativo venutosi a creare nel tempo e particolarmente caro al nostro amato e compianto Angelo, Bagnara dovrà continuare a essere di tutti. Non vi nascondo – conclude Valdo Pirazzini – che dovranno essere fatte anche scelte molto impegnative, ma l’importante è scegliere in maniera condivisa, in vista dell’interesse generale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Il Coronavirus strappa alla vita un 50enne: 130 nuovi casi nel ravennate

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Ci mette 'Anema e core' e apre una pizzeria napoletana: "E' la mia passione da sempre"

Torna su
RavennaToday è in caricamento