rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Politica

"Invasione" di nutrie nei lidi ravennati, Spadoni: "E' emergenza, servono interventi"

Il consigliere provinciale dell'Udc, Gianfranco Spadoni, ha presentato un'interpellanza al presidente della Provincia, Claudio Casadio, nella quale viene spiegato che "si sono verificati non pochi casi di avvicinamento di questi roditori alle abitazioni

Oltre al caso daini il ravennate deve fare i conti con una nuova "emergenza": quelle delle nutrie. A segnalare "la massiccia presenza" del mammifero-roditore sono i residenti nei lidi ravennati di Casalborsetti, Marina Romea e Porto Corsini. Il consigliere provinciale dell'Udc, Gianfranco Spadoni, ha presentato un'interpellanza al presidente della Provincia, Claudio Casadio, nella quale viene spiegato che "si sono verificati non pochi casi di avvicinamento di questi roditori alle abitazioni, con conseguenze preoccupanti".

"Sappiamo - afferma Spadoni - che la Provincia cui compete la materia per assegnazione delle funzioni dirette da parte della Regione, aveva messo in atto vari  piani finalizzati, appunto, a contenere la proliferazione di questi “castorini”, ma, molto probabilmente, le varie azioni messe in campo non hanno prodotto i risultati attesi. Come noto, esistono varie metodologie sperimentate un po’ ovunque per il controllo delle colonie urbane ed extraurbane delle nutrie, a cominciare dalla prevenzione dei danni e dal controllo numerico di questi roditori senza arrivare a interventi di abbattimento o addirittura  alla totale eradicazione dell’animale. Ma l’emergenza che si sta verificando richiede di intensificare gli interventi programmati per evitare disagi e conseguenze dannose per l’ambiente e per i cittadini".

L'esponente dell'Udc chiede all’amministrazione "quali azioni abbia messo in campo per affrontare la difficile situazione nell’intero territorio provinciale, attraverso attività di prevenzione, sterilizzazione degli animali o altre metodologie,  e di precisare gli impegni di spesa. Inoltre l’interpellante chiede una nota di dettaglio delle principali attività svolte dall’assessorato di codesto ente riferite agli ultimi tre anni precisando esattamente le localizzazioni degli interventi e i relativi costi. Si chiede, infine, di illustrare al richiedente il Piano della Provincia di Ravenna per contenere e limitare al massimo la diffusione di questi erbivori che stanno erodendo argini e fossi con la possibilità, tra l’altro, di modificare l’equilibrio ambientale".    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Invasione" di nutrie nei lidi ravennati, Spadoni: "E' emergenza, servono interventi"

RavennaToday è in caricamento