rotate-mobile
Politica

Escalation di furti, Guerra (Lega): "Serve un fondo per la sicurezza"

Paolo Guerra, consigliere comunale della Lega Nord, accusa l'amministrazione comunale di portare avanti "una politica che sta inesorabilmente isolando i cittadini e le imprese, sempre più vittime di aggressioni di furti

"I furti nelle imprese commerciali sono ormai all’ordine del giorno e non solo nella Zona Bassette". Paolo Guerra, consigliere comunale della Lega Nord, accusa l'amministrazione comunale di portare avanti "una politica che sta inesorabilmente isolando i cittadini e le imprese, sempre più vittime di aggressioni di furti e di rapine come quelle che si stanno ripetendo alle Bassette e non solo".

Guerra si rivolge "all’Assessore alla Sicurezza e all’Assessore all’Artigianato, all’Industria e alla Piccola Impresa i quali pare siano davvero molto impegnati per non riuscire a rispondere ad una interrogazione che contiene una proposta da me presentata nel lontano 14 settembre 2012 proprio su questo tema.  Si tenga presente che i tempi di risposta previsti dal Regolamento Comunale sono di 30 giorni".
 
Guerra sottolinea che sono colpiti anche "i tanti agricoltori del territorio ravennate che continuano a subire furti all’interno delle aziende agricole (fenomeno ormai diffuso a tutto il forese), senza che nessuno spenda nemmeno una parola. La risposta del Comune non può essere sempre e solo di “segnalare gli episodi” o “girare il problema alle forze dell’ordine”. L’Amministrazione ha il dovere di assumersi le proprie responsabilità politiche (che sono diverse) da un lato, e di realizzare iniziative concrete per i cittadini e le imprese dall’altro lato".

"In tal senso è ora di dare risposta all’idea che vorrei discutere dallo scorso 14 settembre scorso contenuta in una interrogazione, che sprona il Comune ad istituire un Fondo per la Sicurezza al quale possono contribuire la Camera di Commercio di Ravenna ed altri Enti così come già fatto nel Comune di Modena", aggiunge l'esponente della Lega.

L'idea è quella di dar vita ad "un Fondo con il quale poter co-finanziare i commercianti e le piccole imprese al fine di installare sistemi e tecnologie per un miglioramento della sicurezza, ad esempio sistemi di video allarme antirapina collegati in video alla Questura e ai Carabinieri conformemente ai requisiti contenuti da specifici Protocolli di Intesa; sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso, sistemi antintrusione con allarme acustico e nebbiogeni; sistemi passivi (casseforti, blindature, antitaccheggio, inferriate, vetri antisfondamento e terminale multifunzione per tabaccai); adeguamenti di impianti di videoallarme antirapina finalizzati a renderli conformi a taluni requisiti tecnici previsti da specifici Protocolli di Intesa". "Una partecipazione alle spese a favore degli imprenditori locali e per consentire loro, se non di difendersi dalla recessione economica in atto, quanto meno dai furti e dalle rapine", conclude Guerra.

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere provinciale dell'Udc, Gianfranco Spadoni, sottolineando che "il bisogno di sicurezza è fortemente avvertito dalla cittadinanza e l’attenzione è rivolta soprattutto verso quelle fonti d’insicurezza più facilmente individuabili. In questi anni, infatti, si sono acuiti fenomeni diversi d’illegalità in varie zone della città: dallo spaccio, ai furti, alla prostituzione dilagante in pieno centro, a frequenti casi di violenza e di microcriminalità. Per affrontare questo tema difficile e delicato allo stesso tempo ma indubbiamente di primaria importanza per i cittadini, servono azioni di prevenzione e un controllo sistematico del territorio. Ad esempio, queste recenti ondate di furti nei cimiteri e ultimamente nella zona Bassette stanno creando non pochi disagi oltre a far accrescere un forte malessere nei cittadini dovuto, appunto, all’insicurezza collettiva".

"Tra l’altro, senza andare fuori tema, per le Bassette non è sicuramente strategico l’ insediamento di una farmacia, come ha deciso il Comune attraverso la previsione della nuova pianta organica, ma avverte piuttosto il bisogno di un maggior controllo della zona e d’ impianti di video sorveglianza con funzioni di deterrenza e di vigilanza - continua Spadoni -. Proprio per la particolare localizzazione degli insediamenti artigianali - produttivi e commerciali in questa zona pressoché priva di abitato e soggetta a una pericolosa escalation di furti, vanno garantiti i livelli minimi di tutela della tranquillità per gli imprenditori già assaliti violentemente da una crisi senza precedenti. Più in generale serve dunque un modello di governo della sicurezza urbana improntata sulla prevenzione, senza rinunciare a esercitare ogni ferma azione nei confronti della criminalità e di tutti quei fenomeni che compromettono la sicurezza stessa.

Mauro Bertolino, Coordinatore dei Portavoce del Gruppo consiliare PDL del Comune di Ravenna, riporta le segnalazioni "di diversi bar che vivendo con l’incubo della rapina, chiudono il locale appena cala l’affluenza per paura di essere rapinati; i furti o tentavi di furti negli appartamenti ormai si contano a decine, molte aziende continuano a ricevere visite sgradite, sono aumentati gli scippi soprattutto di persone anziane nelle ore serali, sono in forte aumento i furti nelle auto.

Ma l'esponente del centrodestra ricorda anche il problema dei “parcheggiatori “ abusivi, "con numero sempre crescente di persone che riferiscono di essere “aggredite a parole” all’uscita di esercizi commerciali e nei parcheggi in genere. Ci pare di poter affermare che la politica del territorio adottata sino ad oggi dall’amministrazione vigente non abbia pagato granchè in risultati. Crediamo sia ora di invertire totalmente la rotta. Un encomio lo vogliamo comunque fare alle forze dell’ordine che per quanto le risorse lo consentono, riescono a risolvere diverse situazioni criminali. Chiediamo quali provvedimenti l’amministrazione ha intenzione di adottare soprattutto con un’attenzione particolare alla tecnologia che potrebbe veramente venire in soccorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Escalation di furti, Guerra (Lega): "Serve un fondo per la sicurezza"

RavennaToday è in caricamento