Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica

Evasione fiscale, Ravenna in Comune: "Abbassata la guardia, dati più bassi dei Comuni vicini"

“Negli ultimi anni il Comune di Ravenna ha diminuito l’attenzione nella lotta all’evasione fiscale. Comuni a noi vicini, nel 2020, hanno fatto meglio e non di poco"

“Negli ultimi anni il Comune di Ravenna ha diminuito l’attenzione nella lotta all’evasione fiscale. Comuni a noi vicini, nel 2020, hanno fatto meglio e non di poco. Dal 2005, ai Comuni è infatti data la possibilità di segnalare i casi di possibile evasione fiscale. Se l’accertamento dà luogo a effettiva riscossione, il 100% della somma viene girata al Comune da cui è partita la segnalazione. Un’entrata netta che i Comuni possono scegliere come meglio impiegare. Su questo capitolo Ravenna, nel 2020, ha ottenuto appena 9.653 euro. Comuni a noi vicini, nel 2020, hanno fatto meglio e non di poco. Da Ferrara con 66.864 euro a Rimini con 166.162 euro, passando per i mediocri Cesena (30.738 euro) a Forlì (25.219 euro)”: a fare il confronto è una nota di 'Ravenna in Comune'.

“Si direbbe che negli ultimi anni il Comune di Ravenna ha diminuito l’attenzione nella lotta all’evasione fiscale”, sempre la nota che cita il caso del primo il classifica, San Giovanni in Persiceto, con 1,2 milioni di euro recuperati. “San Giovanni in Persiceto ha investito metà di questi soldi per realizzare opere pubbliche, e l’altra metà per abbassare le tasse agli abitanti. «Abbiamo avviato progetti per la mobilità come nuove piste ciclabili, rotatorie, e investito sulla sicurezza e la manutenzione degli edifici scolastici», ha detto l’assessore competente del piccolo Comune. «L’altra metà è servita per ridurre la pressione fiscale». L’evasione fiscale è un danno evidente per le comunità. Scuole, mobilità, infrastrutture, servizi non possono essere finanziati adeguatamente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione fiscale, Ravenna in Comune: "Abbassata la guardia, dati più bassi dei Comuni vicini"

RavennaToday è in caricamento