rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Faenza, i grillini: "Il piano sosta crea solo più traffico"

La Lista Civica Fatti Sentire, lista che ha come riferimento Beppe Grillo, dopo un'attenta analisi del piano sosta proposto dall'Amministrazione, esprime un giudizio severo sull'argomento

La Lista Civica Fatti Sentire, lista che ha come riferimento Beppe Grillo, dopo un’attenta analisi del piano sosta proposto dall’Amministrazione, esprime un giudizio severo sull’argomento. Questa la posizione: “Non è possibile attuare, in qualsiasi città moderna, un piano sosta in un’ottica di lungo periodo senza che questo sia integrato ad un piano della mobilità. Il piano sosta non è un “progetto isolato” o un modo alternativo per trovare soluzioni a disagi, ma deve essere inserito all’interno di un più ampio e completo piano”.

Continua la lista: “La sosta non deve essere più un'immotivata ed indifferenziata offerta di parcheggi, ma la conseguenza di una valutazione dello sviluppo di tutte le componenti della mobilità proiettate nel tempo. L’incondizionata offerta di parcheggi crea la spirale incontrollabile di un continuo aumento dell’uso dell’auto e quindi di una domanda di sosta senza limiti, ma soprattutto un grave carico di costi pubblici e collettivi incontenibili. E’ prioritario comprendere come, dato il continuo incremento delle auto nei centri cittadini, la soluzione non sia di aumentare il traffico nei centri storici (ad esempio costruendo nuovi parcheggi o ampliando quelli già esistenti), ma di ridurlo. Fatti Sentire non condivide quindi l’idea di un piano sosta studiato e basato sulla semplice riduzione del traffico solo per chi è alla ricerca di un parcheggio all’interno del centro storico della città di Faenza, in quanto ciò non aiuta a diminuire il traffico, ma lo incentiva. Cercare insistentemente un parcheggio con la propria vettura equivale a creare traffico”.

La questione è economica: “Qui si tende a mascherare un mero bisogno economico senza che si affronti il vero problema della mobilità all’interno del nostro Comune. Questo piano sosta appare debole in quanto non è in grado di risolvere il problema della mobilità cittadina, essendo stato concepito e realizzato unicamente per soddisfare esigenze di parcheggio. La sola creazione di parcheggi a pagamento (con la relativa tariffazione) può rilevarsi dannosa per chiunque voglia accedere al centro, dal momento in cui tale azione non viene coadiuvata ed accompagnata dalla creazione di alternative concrete, reali e sostenibili all’uso dell’automobile per raggiungere il centro storico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faenza, i grillini: "Il piano sosta crea solo più traffico"

RavennaToday è in caricamento