Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica

Faenza, la Lega critica i compagni di opposizione: "Sul decreto Zan hanno compattato la maggioranza"

Padovani (Lega) critica sia i rappresentanti di Insieme per Cambiare che quelli di Fratelli d'Italia: "Se volevano spaccare la maggioranza hanno ottenuto l'effetto contrario. Per la politica serve esperienza"

“Da che pulpito arriva la predica!”, commenta il Capogruppo della Lega in Consiglio Comunale a Faenza, Gabriele Padovani, dopo che il gruppo Insieme per Cambiare nella seduta del 27 maggio si è professato contrario all'insegnamento Gender nelle scuole, "mentre il 26 ottobre 2015, quando con coraggio la Lega a Faenza presentò un Ordine del giorno contro quel tipo di insegnamento ed ideologia lo stesso gruppo e gli stessi consiglieri si astennero."

"Dimenticavo che erano in maggioranza (per il bene della città) – aggiunge Padovani - ora che sono all’opposizione si sono redenti (cattolici) a quanto pare. Peccato che alle prossime amministrative di Ravenna appoggino la candidatura dell'uscente sindaco De Pascale. Per usare una battuta: ‘Insieme per Cambiare, quando e quanto ci pare’, credo che la coerenza sia altra cosa".

Il capogruppo Padovani non risparmia nemmeno gli amici di Fratelli D'Italia: “se volevano spaccare la maggioranza presentando un ODG contro il DDL ZAN, hanno ottenuto l'effetto contrario in quanto la maggioranza si è compattata presentando un ODG incidentale che va nella direzione diametralmente opposta.”

“Per fare politica, in maggioranza o minoranza che sia, serve esperienza e valutazioni per poter prevedere cosa potrebbe accadere. Tutto sommato non è successo nulla di grave, i peccati di gioventù e di inesperienza si perdonano sempre. A volte bisogna fidarsi di chi ha visto e vissuto il Consiglio Comunale di Faenza da più tempo” conclude Padovani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faenza, la Lega critica i compagni di opposizione: "Sul decreto Zan hanno compattato la maggioranza"

RavennaToday è in caricamento