Faenza, la Lega: "Le dichiarazione del Pd sul depotenziamento dell’ospedale sono ridicole"

Intervengono così il consigliere regionale della Lega Nord Andrea Liverani e il consigliere comunale faentino Jacopo Berti.


“Il fatto che il Partito Democratico, partito che governa Comune, Provincia e Regione, faccia dichiarazioni indignate in merito alla situazione dell’Ospedale di Faenza, ci sembra pretestuoso e soprattutto ridicolo”. Intervengono così il consigliere regionale della Lega Nord Andrea Liverani e il consigliere comunale faentino Jacopo Berti.

“Nei giorni scorsi sui giornali abbiamo letto la dichiarazione del capogruppo Pd Bosi e della sua collega Degli Esposti che si definivano arrabbiati per il fatto che l’Ausl prendesse decisioni senza avvisare i sindaci o che lo facesse con ritardo - affermano -. Vorremmo ricordar loro che la tanto decantata Ausl Unica Romagna è stata voluta, pensata, decisa e creata dal Pd e dai suoi amministratori, che in Regione sono la maggioranza, quindi si eviti di fare della retorica e si prendano tutti le proprie responsabilità”.

Proseguono quindi i due leghisti: “La Lega Nord è dal giugno 2015 che lavora per conoscere il destino dell’ospedale di Faenza a differenza del PD, che è stato solo capace di fare promesse puntualmente non mantenute. Inoltre abbiamo presentato una risoluzione sulla pediatria faentina, che da luglio è ferma in commissione e non è ancora stata dibattuta. C’è chi ci prova e c’è chi si giustifica. Noi stiamo provando a salvaguardare il benessere e i servizi dei cittadini, il PD fa solo della retorica per giustificare le proprie colpe”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ ovvio che il depotenziamento dell’ospedale è solo il primo passo per evitare di raggiungere quota 500 nascite annuali, quota che se mancata, comporta la chiusura del reparto -spiegano Liverani e Berti - e il depotenziamento di certo non è voluto da chi come noi è all’opposizione, ma da chi governa la Regione e il Comune da decenni”. Concludono quindi i due esponenti del Carroccio: “Visto lo stato delle cose presenteremo una risoluzione in Regione per conoscere quale sia la volontà della Giunta Bonaccini in merito all’ospedale faentino, e speriamo che questa venga discussa subito. Intanto mentre il Pd si giustifica, l’ospedale di Ravenna è subissato di lavoro, e ciò evidenzia come con le scelte sbagliate del Pd, oltre a perdere dei servizi a Faenza e Lugo, si va anche a peggiorare quelli di Ravenna. Bel lavoro Partito Democratico.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento