Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Faenza

Faenza, nasce il Comitato a sostegno di Andrea Orlando

Parlano i sostenitori della candidatura del Ministro a segretario del PD: "C'è bisogno di una scossa politica"

Nasce anche nella Romagna Faentina il Comitato a sostegno della candidatura di Andrea Orlando a segretario del Partito Democratico. “Come iscritti al Pd e amministratori dei Comuni dell’Unione sentiamo il bisogno di portare il nostro contributo per un partito plurale e inclusivo - dichiara il comitato - Crediamo infatti che la piattaforma congressuale di Orlando arricchisca il confronto leale e costruttivo che vivremo nelle prossime settimane, fino alle primarie del 30 aprile. Con una prima priorità per la nostra agenda: unire, anche e soprattutto nei nostri territori, con la consapevolezza che il dialogo interno è la nostra forza e ciò che ci differenzia dagli altri movimenti politici. È chiaro a tutti che una casa divisa non può reggere. Ecco, crediamo che il Pd debba affrontare le tensioni vissute nelle ultime settimane con l’obiettivo di ricucire gli strappi, affermando i valori che sono da sempre il patrimonio della sinistra: la lotta alle disuguaglianze sociali, il rilancio degli investimenti pubblici e privati come presupposto per una solida ripresa economica, la promozione dei diritti civili e delle libertà. Senza dimenticare il tema dell’innovazione tecnologica, che si affermi però come sostenibile e inclusiva, cioè alla portata di tutte le realtà produttive indipendentemente dalla loro dimensione”.

“Siamo fermamente convinti – continuano i sostenitori del Ministro della Giustizia – che solamente un Partito Democratico con ben chiare le linee di intervento su questi temi possa proporsi alla guida del paese con un rinnovato slancio, mettendo al centro l’obiettivo della coesione sociale e territoriale. La necessità di riqualificare la spesa pubblica (e non di ridurla in maniera generalizzata), di contrastare la povertà attraverso l’ampliamento delle risorse destinate al reddito di inclusione sociale, di promuovere la piena e buona occupazione contrastando l’arretramento dei diritti nei luoghi di lavoro sono scelte non più rinviabili. In definitiva, c’è bisogno di una scossa alla politica per come l’abbiamo vissuta nel Pd negli ultimi anni: non solo la causa dei problemi dell’Italia, ma lo strumento con il quale possiamo affrontarli e superarli. Senza arroganza, ma con umiltà e concretezza. Crediamo che la candidatura di Andrea Orlando a segretario sia il primo passo fondamentale per la ricostruzione di un centrosinistra largo, unica formazione in grado di sconfiggere la destra nazionalista”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faenza, nasce il Comitato a sostegno di Andrea Orlando

RavennaToday è in caricamento