rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica Faenza

Faenza, un altro passo avanti per il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile

Nell'incontro di venerdì verranno specificati i prossimi step di confronto sul Piano, la cui approvazione definitiva è prevista per giugno 2018

E' prevista per venerdì 15 alle 17 nella sala Bigari del Comune di Faenza, alla presenza dell'assessore alla mobilità Antonio Bandini, la presentazione del "Report del processo partecipativo", che sintetizza gli esiti del processo di progettazione partecipata del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (Pums) del Comune di Faenza. Step preliminare per la definizione del Piano con l'obiettivo di sviluppare una visione strategica condivisa, il processo partecipativo si è svolto dal 10 marzo 2017 con la presentazione pubblica delle ”Linee di Indirizzo per il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile di Faenza 2017-2030”, per concludersi a fine giugno, ed è frutto della collaborazione tra il gruppo di lavoro intersettoriale del Comune di Faenza (Settore Polizia Municipale, Settore lavori pubblici, Settore Territorio dell'Unione della Romagna Faentina e Settore Sviluppo economico e Politiche europee) e la Fondazione Itl (Istituto Trasporti e Logistica), con cui si è attivata una apposita partnership.

Il percorso si è articolato in più momenti di confronto con cittadini e stakeholder, in particolare attraverso quattro focus group tematici ed un questionario online, facendo emergere un buon livello di consapevolezza sulla necessità di attuare nuove politiche per una mobilità più sostenibile. Protagonisti della partecipazione sono state le istituzioni scolastiche e universitarie, le associazioni di categoria del mondo dell’industria, della cooperazione e dell’artigianato, i rappresentanti dei commercianti localizzati nel centro storico, i centri sociali e quartieri, le rappresentanze dei lavoratori (sindacati e ordini professionali), le associazioni culturali, di volontariato, sportive e ambientali (con particolare riferimento a quelle particolarmente vocate al tema della sostenibilità), le istituzioni ed enti pubblici, gli studenti.

Fin da questa prima fase sono emersi tematiche cruciali, come quelli rivolte a restringere/limitare gli accessi dei veicoli in centro, incrementare le aree pedonali, estendere la Ztl, ricollocare le aree di parcheggio in zone più periferiche rispetto a quelle attuali, favorire la circolazione di mezzi eco-compatibili. Sono stati inoltre oggetto di confronto la promozione della ciclabilità, l'incremento della sicurezza sulle strade, il potenziamento del trasporto pubblico, una maggiore fruibilità e appetibilità del servizio di bike sharing, l'incentivazione del “car pooling” per gli spostamenti casa/scuola e casa/lavoro, la promozione di un sistema di city logistics consentendo la distribuzione in centro solo ai veicoli eco-compatibili. Nell'incontro di venerdì verranno infine specificati i prossimi step di confronto sul Piano, la cui approvazione definitiva è prevista per giugno 2018.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faenza, un altro passo avanti per il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile

RavennaToday è in caricamento