Elezioni, Baldini (FdI): "Centrodestra ravennate unica alternativa al Pd"

Per il giovane candidato l’impegno di Fratelli d’Italia sarà incentrato da un’idea guida: "fare uscire Ravenna dall’isolamento a cui è stata condannata da decenni di giunte di sinistra"

“La candidatura civica di Massimiliano Alberghini è sostenuta da un programma condiviso da Fratelli d'Italia, Forza Italia, Lega Nord e Lista per Ravenna. Non un libro dei sogni, ma una risposta seria e pragmatica ai problemi di Ravenna". E' quanto afferma Federico Baldini, capolista di Fratelli d’Italia assieme ad Alberto Ferrero. Baldini interviene  sul tema della sicurezza: "In città e nel forese ormai la gente sta tappata in casa per paura e non c’è famiglia che non sia stata aggredita o derubata almeno una volta".

Per il giovane candidato l’impegno di Fratelli d’Italia sarà incentrato da un’idea guida: "fare uscire Ravenna dall’isolamento a cui è stata condannata da decenni di giunte di sinistra. Per uscire da questa condizione si deve puntare su tre questioni centrali: il porto, l’offshore, che deve essere sostenuto e valorizzato, ed il turismo per il quale serve un assessore che si muova in giro per l’Italia e per l’Europa per accrescere il numero di presenze e la cancellazione della tassa di soggiorno.

Secondo Baldini "il ballottaggio è certo. Il centrodestra si presenta per la prima volta unito e questo è un valore aggiunto. Il Pd è chiaramente in difficoltà. Sta facendo una campagna elettorale di basso profilo fatta di disconoscimenti di quanto ha fatto e sta ancora facendo Matteucci a suon di dichiarazioni. Non per nulla gli slogan elettorali del Pd ravennati hanno come leitmotiv il ‘cambiamento’".

Non si esclude quindi un exploit di CambieRà di Michela Guerra e di Ravenna in Comune di Raffaella Sutter: "Credo che sia molto probabile per motivi diversi ma riconducibili alla stanchezza di una parte dell’elettorato del PD. Spero che questa voglia di cambiamento si mantenga però anche al secondo turno..”. "Fratelli d’Italia - prosegue - si vuole caratterizzare, soprattutto a Ravenna, come destra pragmatica e laica. Qui vogliamo portare avanti i valori patriottici e risorgimentali che rappresentano un’importante identità ravennate e romagnola".

Sulla questione unioni civili, con Alberghini che non vorrà celebrare i ‘matrimoni gay’, questa l'opinione di Baldini: “Alberghini è un cattolico liberale, però è giusto chiedere direttamente a lui la sua opinione. Io ritengo comunque che il dovere di ogni sindaco sia rispettare la legge, avere una concezione repubblicana ed il senso dello Stato. Personalmente inoltre, pur trovando sbagliato da parte di Renzi aver posto la fiducia su un tema del genere, sono a favore delle unioni civili come altri esponenti del centrodestra come Carfagna, Polverini o Capezzone. In Italia magari nel centrodestra è una posizione al momento minoritaria ma in Europa basta pensare a Marine Le Pen o ai Conservatori inglesi è una posizione largamente maggioritaria.”

Sulle differenze nella coalizione: "Abbiamo certamente storie diverse che vanno rispettate e valorizzate. Un errore da evitare è quello di voler far prevalere la propria visione, magari avvalendosi dei numeri elettorali o, ancor peggio, dei sondaggi: il modello di Stefano Parisi a Milano e di Alberghini a Ravenna mi sembrano che vadano in questa giusta direzione. Il dinamismo leghista deve incanalarsi ed essere una risorsa per tutti. Sono sicuro che sarà così".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un opinione anche sul caso Morgese, il luogotenente dell'Arma dei Carabinieri trasferito a Forlì dopo il sostegno alla lista "CambierRà" di Michela Guerra: "La storia che caratterizza Fratelli d’Italia ci vede da sempre dalla parte delle forze dell’ordine. Pertanto, pur non entrando nel merito della vicenda ed essendo sicuro che Pini sia come noi amico dell’Arma dei Carabinieri, personalmente non avrei polemizzato con nessun rappresentante dell’Arma dei Carabinieri che a Ravenna, tra l’altro, lavorano più che bene”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento