menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferrero (FdI) propone bonus a famiglie e imprese: "Regione deve sostenere chi è rimasto senza reddito"

Il portavoce provinciale di Fratelli d'Italia: "Stanno arrivando i 600 euro di bonus per le partite Iva, ma molte regioni stanno implementando questo sussidio con altri aiuti"

Mentre si attende l'arrivo della ormai famosa Fase 2, occorre un sostegno alle imprese più colpite dal Coronavirus. Come afferma Alberto Ferrero, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia: "la normalizzazione sarà estremamente lunga e dopo un blocco di circa due mesi ed una ripartenza a scartamento ridotto, è fondamentale un forte sostegno economico che, ad oggi, purtroppo non si è visto. C’è necessità immediata di questo aiuto, anche in settori, come da noi trainanti, ossia quelle del turismo in senso lato che saranno particolarmente colpiti". 

"Ad oggi stanno arrivando i 600 euro di bonus previsti per le partite Iva, - prosegue Ferrero - tuttavia, molte regioni stanno implementando questo sussidio con altri aiuti. Sarebbe opportuno che anche l’Emilia Romagna provvedesse in tal senso a sostenere sia chi è rimasto senza reddito, ma anche tutto un comparto che rischia di essere letteralmente spazzato via. Sarebbe infatti possibile come forma di aiuto ovviamente temporaneo e non certo risolutivo, in attesa che dal governo arrivino misure concrete, sostenere con contributi sia le famiglie in difficoltà con una sorta di bonus famiglia sia le piccole imprese maggiormente colpite".

"La regione Campania, ad esempio, ha stanziato diverse centinaia di milioni a sostegno di queste categorie vale a dire le famiglie in difficoltà e le piccole aziende le quali risultano essere sempre le più colpite dalle crisi. Per questo motivo è fondamentale che anche la nostra Regione si attivi in questa direzione e personalmente mi adopererò presso il nostro gruppo al consiglio regionale affinché sostenga fattivamente e rapidamente alcuni comparti - conclude il portavoce di Fratelli d’Italia -, poiché, diversamente, c’è il rischio che superata l’emergenza sanitaria moltissime attività non riaprano per impossibilità di farlo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento