Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica

Ferrovie, l'assessore Corsini: "In corso interventi di velocizzazione sulla tratta Adriatica"

L'assessore regionale risponde a un'interrogazione sul potenziamento della Rimini-Bologna: "La Regione sta promuovendo la realizzazione del quadruplicamento della tratta fino a Castel Bolognese"

L’incremento di pendolari che utilizza il treno nell’area territoriale della Romagna deve essere sostenuto da uno sviluppo delle infrastrutture ferroviarie. Per questo il consigliere regionale del Partito Democratico Massimo Bulbi ha depositato un'interrogazione rivolta all'assessore Corsini. 

"Esistono criticità inerenti la capacità dell’attuale linea ferroviaria Bologna e Rimini a supportare la mobilità dei pendolari e viaggiatori occasionali, satura o prossima a saturazione in numerose fasce orarie, in particolare nella fascia mattutina e serale verso Bologna e nella fascia pomeridiana verso Rimini", ha rilevato Bulbi che ha quindi chiesto alla Giunta regionale di esprimere un giudizio sulla "realizzazione di un tratto ferroviario ad Alta Velocità-Alta Capacità ferroviaria, che colleghi le città di Bologna e Rimini tra i progetti finanziabili con il Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (Pnrr), che preveda la costruzione di una nuova stazione baricentrica, rispetto alle Città principali con fermate alternate dei treni ad Alta velocità tra le stazioni di Forlì e Cesena".

"Sulla linea Adriatica sono già in corso interventi di velocizzazione, che nella nostra regione saranno completati entro il 2023 con un costo di circa 140 milioni di euro, risorse in contratto di programma Rfi", risponde l'assessore Andrea Corsini che concorda sulle criticità della linea Bologna-Rimini, in particolare nel tratto che collega il capoluogo felsineo con Castel Bolognese dove si sviluppa una "forte congestione per i servizi ferroviari".

"La Regione - prosegue Corsini - sta promuovendo la realizzazione del quadruplicamento della tratta da Bologna fino alla confluenza di Castel Bolognese, nella prospettiva di consentire il potenziamento dell’offerta ferroviaria ed in particolare: l’inserimento di un traffico AV che raggiunga la costa adriatica, uscendo dalle linee ad essa specificamente dedicate; l’inserimento di servizi SFM e di rinforzo nelle ore di punta e quelli di “interpolo” di rinforzo estivo/festivo; una sufficiente regolarità e affidabilità del servizio in caso di perturbazioni del traffico".

Gli interventi previsti e le risorse messe a disposizione coinvolgono tutta la tratta Lecce-Bologna e sono pari a 5 miliardi di euro. Risorse che "fanno ben sperare - conclude il consigliere Bulbi - Questo è sicuramente un buon inizio per dare una risposta ad un tema molto sentito. Ovviamente una volta confermato l’intervento dovranno essere garantite fermate alternate Forlì-Cesena".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrovie, l'assessore Corsini: "In corso interventi di velocizzazione sulla tratta Adriatica"
RavennaToday è in caricamento