Forza Nuova commemora Ettore Muti: proteste e striscioni della Rete antifascista

Domenica mattina la Rete Antifascista di Ravenna si è opposta alla commemorazione da parte dei neofascisti degli Arditi d’Italia e di Forza Nuova del gerarca fascista Ettore Muti davanti al cimitero monumentale della città

Domenica mattina la Rete Antifascista di Ravenna si è opposta alla commemorazione da parte dei neofascisti degli Arditi d’Italia e di Forza Nuova del gerarca fascista Ettore Muti davanti al cimitero monumentale della città, appendendo uno striscione contro il movimento di estrema destra e dando il via ad alcuni disordini. "Hanno iniziato a inveire e lanciare sassi contro le persone presenti all'evento, colpendo e strattonando anche un nostro attivista intento a scattare foto della giornata e provocando così la risposta da parte dei nostri militanti", commenta Desideria Raggi, responsabile provinciale di Forza Nuova.

"Ci siamo ritrovati accerchiati da Polizia, Polizia Municipale, Carabinieri, Digos e Ros perché non riteniamo né giusto, né legittimo che avvengano tali manifestazioni esplicite di apologia di fascismo- commentano i membri della rete - Eravamo in tanti a cantare "Bella Ciao" mentre i forzanovisti gettavano nel canale una corona commemorativa di fronte a una lapide a Ettore Muti. La Rete Antifascista Ravennate invita tutti coloro che rifiutano questo clima di odio e chi lo perpetra, all’interno delle istituzioni e non, a far sentire la propria voce e la propria presenza, a scendere nelle piazze, a urlare a squarciagola il proprio pensiero. Non lasciamo spazio di azione a questi anacronistici tentativi di propaganda populista e spicciola". Nella notte, inoltre, sono comparsi in giro per la città alcuni manichini appesi a testa in giù ritraenti lo stesso Muti.

IMG_20180826_181804_812-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • Bancomat, Pos e carte di credito in tilt: caos per prelievi e pagamenti in tutta Italia

Torna su
RavennaToday è in caricamento