Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

"Furti, aggressioni e incuria": parte una petizione per il quartiere Tre Ponti

La raccolta firme che mira alla riqualificazione e a una maggiore sicurezza di molte aree del quartiere è sostenuta dal consigliere leghista Gianfilippo Rolando

Parte una raccolta firme per la riqualificazione del quartiere Tre Ponti a Ravenna. La petizione contro la situazione di degrado vede come prima firmataria la residente Simona Cavalieri ed è supportata da Gianfilippo Rolando, consigliere comunale della Lega. "Vista la noncuranza da parte della giunta, nonostante tutte le segnalazioni fatte negli anni, parte una petizione molto dettagliata per dimostrare che il problema non è 'percepito' da alcuni ma è concreto e sentito da tutti i residenti", afferma il consigliere Rolando.

In particolare con la raccolta firme si chiede all’Amministrazione Comunale di procedere alla realizzazione di una pista ciclo/pedonabile in Via Dell’Agricoltura per la sicurezza degli studenti dell’Istituto Agrario Perdisa, ma anche di installare idonea illuminazione e regolamentare gli orari di accesso al Parco Pubblico Umberto Bagnaresi, "già purtroppo teatro di numerosi disturbi della quiete pubblica in orario notturno e frequentato da persone poco raccomandabili che lasciano sporcizia di ogni genere e degrado su panchine, per terra e giochi per i bambini", scrivono i firmatari della petizione.

Tra le richieste anche di realizzare una rotatoria nell’incrocio fra Via Dell’Agricoltura e Via Sant’Alberto; di illuminare via Naviglio, utilizzata dai residenti per raggiungere la zona Mattei, "molto buia dopo il tramonto e già oggetto di tentativi di aggressione e di raduno di persone poco raccomandabili" secondo i firmatari; di illuminare maggiormente Via Gregoriana che a" causa di mancanza di lampioni in alcuni tratti o di inglobamento degli stessi nella vegetazione naturale non curata/potata regolarmente, risulta buia e vittima di numerosi furti in abitazioni private"; di illuminare per tutta la sua lunghezza Vicolo San Sebastiano, "completamente sprovvista di illuminazione pubblica, dove i cittadini sono costretti a provvedere all’illuminazione esterna a proprie spese ogni sera/notte. Zona spesso vittima di furti in abitazione"; posizionare dissuasori di velocità lungo Via Sant’Alberto e Via Gregoriana; riqualificare tramite pulizia programmata, sostituzione di specchi danneggiati, maggiore illuminazione, installazione di video sorveglianza, riparazione pavimentazione danneggiata e risoluzione di infiltrazioni di acque fognarie per il sottopassaggio di Via San’Alberto, "struttura lasciata alla totale incuria negli ultimi anni" secondo i promotori della petizione; riqualificare l’area davanti il Polo Universitario di Agraria in Via Sant’Alberto con una maggiore cura del verde e lo spostamento della fermata dell’autobus posizionata tra i bidoni della spazzatura e delle varie raccolte differenziate; realizzare un’area sgambamento per i cani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Furti, aggressioni e incuria": parte una petizione per il quartiere Tre Ponti

RavennaToday è in caricamento