menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fusignani: “Bene l’impegno del governo per la riapertura entro un mese della E45"

Il vice sindaco di Ravenna: "Non abbassiamo la guardia. Vigileremo sul rispetto dei tempi. Ora attendiamo la convocazione dell’esecutivo per l’attivazione dello stato di emergenza nazionale”

“Non possiamo che essere soddisfatti delle parole pronunciate ieri dal ministro Toninelli, ma la cosa fondamentale è che alle parole seguano i fatti”, dichiara il vicesindaco Eugenio Fusignani, con delega al Porto, dopo le rassicurazioni date ieri dal ministro sulla riapertura entro un mese della superstrada E45 anche al traffico pesante e sull'avvio dei lavori da parte di Anas sulla 3bis Tiberina per una sua rapida riapertura. “Vigilieremo con grande attenzione – continua Fusignani - sul rispetto di questi impegni, insieme a tutti i Comuni di Toscana, Emilia Romagna e Umbria interessati dalla chiusura del viadotto Puleto sulla E45. A fronte di quanto dichiarato dal ministro, con grande senso di responsabilità si è deciso di sospendere la manifestazione prevista oggi a Canili, alla quale ovviamente Ravenna sarebbe stata presente, ma qualora gli impegni presi non venissero rispettati non esiteremmo a promuovere ulteriori forme di protesta. Naturalmente ci aspettiamo che entro breve venga dato seguito anche alla convocazione da parte del ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro Luigi Di Maio, sempre annunciata ieri da Toninelli, dei rappresentanti dei Comuni coinvolti, per attivare lo stato di emergenza nazionale e per garantire quindi ammortizzatori sociali ai lavoratori, aiuti economici alle imprese e alle famiglie colpite dalle conseguenze della chiusura della E45. Sono in gioco le sorti di un comparto economico strategico e naturalmente condivido pienamente le preoccupazioni di tutti gli operatori coinvolti, a partire da quelli del porto, perché perdere quote di mercato ora significa che sarà quasi impossibile recuperarle in futuro. Tutta la Romagna sta affrontando questa emergenza in maniera particolarmente coesa, come è sempre stata abituata a fare, e tutti insieme, istituzioni, associazioni, sindacati, imprenditori, lavoratori e cittadini, continueremo a tenere la guardia alzata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento