Domenica, 21 Luglio 2024
Politica Fusignano

Fusignano si impegna per il mondo Lgbti+: "Un importante passo avanti"

Un ordine del giorno in cui si promettono iniziative di sensibilizzazione sulle tematiche Lgbt+ e una particolare attenzione ai diritti sociali legati ai diritti civili

Nella seduta del consiglio comunale di Fusignano del 30 novembre è stato approvata una forma migliorativa e condivisa dell’ordine del giorno che Fusignano per la Sinistra aveva presentato a giugno in occasione del "pride month". Un ordine del giorno che verrà ripresentato per l'assunzione anche nel consiglio dell’Unione della Bassa Romagna, in cui si promettono iniziative di sensibilizzazione sulle tematiche Lgbt+, una particolare attenzione ai diritti sociali legati ai diritti civili, di avviare un approfondimento sulla questione intersessuale e di aggiornare le norme per il riconoscimento dei figli delle coppie Lgbt+ e per superare il binarismo sessuale a livello legislativo.

"È un importante passo avanti e siamo contenti che nella Bassa Romagna sia stato proprio Fusignano il primo Comune a farlo - commenta il capogruppo di Fusignano per la sinistra Mirko Caravita - Ringraziamo per il lavoro e la discussione la vicesindaca Pirazzoli e il capogruppo Pondi, che si sono mostrati particolarmente sensibili al tema e pronti a una discussione costruttiva che non partisse da posizioni già decise e da pregiudizi. Infatti, siamo finalmente riusciti a sederci a un tavolo e ad avviare un vero confronto politico che alla fine ha permesso persino di offrire alla cittadinanza una versione migliore e più estesa di quella da noi presentata. È un confronto che crediamo debba caratterizzare sempre l’attività politica, perché solo in questo modo si possono raggiungere risultati più alti e innovativi. Il lavoro però è solo all’inizio, perché ora si devono applicare queste promesse, costruendo quegli incontri di sensibilizzazione che già si sono in qualche modo anticipati durante la discussione, nonché avviare un nuovo confronto e un nuovo tavolo per parlare della complessa questione degli intersessuali, categoria che purtroppo rimane ancora sconosciuta e poco tutelata dal nostro ordinamento. Noi come minoranza continueremo a vigilare sull’attuazione di quanto previsto e saremo pronti a intervenire nel caso di mancanze o criticità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fusignano si impegna per il mondo Lgbti+: "Un importante passo avanti"
RavennaToday è in caricamento