rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Politica

Giardini Speyer e degrado: "Il disturbo della quiete dura fino a ben oltre la mezzanotte"

"Il cittadino deve "alzare il tiro", esporsi e rischiare in prima persona, per far sì che possano essere perseguiti penalmente questi individui", sottolinea Bazzocchi

"Il disturbo della quiete dura fino a ben oltre la mezzanotte". Il consigliere territoriale zona Darsena di Lista per Ravenna, Giulio Bazzocchi, torna sul degrado ai Giardini Speyer prendendo spunto da una segnalazione di un cittadino. "Rispetto alla scorsa estate poco è cambiato, se non che probabilmente Hera passa prima del solito a pulire - esordisce Bazzocchi -. infatti, lo scorso anno alle 7,00 la situazione era allucinante. Si contavano, quasi tutte le mattine, decine di bottiglie, fra il prato e i contenitori, più rifiuti vari. Mentre quest'anno, stessa ora, è tutto pulito".

Continua Bazzocchi: "Dato che la situazione "tunisini, nullafacenti, spacciatori, disturbatori, dediti all'alcol" non cambia e quindi i cittadini non sono tutelati dalla legge, né dallo Stato, inteso non come oragani istituzionali rappresentanti del Governo e forze dell'ordine (anch'esse non tutelate dalla legge), il cittadino deve "alzare il tiro", esporsi e rischiare in prima persona, per far sì che possano essere perseguiti penalmente questi individui e siano rispettati diritti costituzionali alla pace e alla tranquillità, ora calpestati da queste presenze nocive. Vere presenze senza utilità, anzi, appunto, nocive e fini a se stesse, perché volontariamente ocupano spazi e mettono in atto crimini, senza cercare di impiegare il loro tempo a fare altro, anche perché quasi nessuno glielo impedisce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardini Speyer e degrado: "Il disturbo della quiete dura fino a ben oltre la mezzanotte"

RavennaToday è in caricamento