Politica

Giornata Mondiale della Bicicletta, Ravenna Coraggiosa: "Un collegamento ciclabile tra Ravenna e Bologna"

Il 3 giugno si festeggia la “Giornata Mondiale della Bicicletta”, istituita dall'Onu fin dal 2018, che richiama temi essenziali per la transizione ecologica e la rivoluzione verde, per la qualità delle nostre città, per la salute dei cittadini

Il 3 giugno si festeggia la “Giornata Mondiale della Bicicletta”, istituita dall'Onu fin dal 2018, che richiama temi essenziali per la transizione ecologica e la rivoluzione verde, per la qualità delle nostre città, per la salute dei cittadini. "La mobilità di passeggeri e merci oggi centrata su navi e automezzi individuali a combustibili fossili determina circa il 30-35% delle emissioni globali di gas e polveri inquinanti che peggiorano la qualità vita, causano danni alla salute e contribuiscono ai cambiamenti climatici - commentano da Ravenna Coraggiosa - La strategia per la crescita dell'uso della bicicletta, il mezzo per la mobilità più ecologico ed efficiente fino ad ora inventato, è dunque parte dell'impegno per uno stile di vita sostenibile. Durante la pandemia si è evidenziata l'importanza della bici sia come mezzo di trasporto in particolare per il casa-lavoro, per il casa-scuola, sia come attività motoria salutare, sia come attività per il tempo libero, per il ciclo-escursionismo e il cicloturismo. Non è un caso che in questi mesi è cresciuto ovunque l'uso della bicicletta".

Ravenna Coraggiosa apprezza la scelta della Fiab Italia di celebrare questa giornata puntando sul “Bike To School” e su una campagna educativa verso le scuole rivolta a studenti, insegnanti e genitori. "In particolare invitiamo ad aderire all'iniziativa di Fiab Ravenna prevista per il 3 giugno e rivolta ai ragazzi delle scuole medie (San Pier Damiano, Guido Novello, Don Minzoni, Mauro Montanari, Istituto Randi e Ricci Muratori) finalizzata a sostenere con varie iniziative il progetto “A scuola in bici“ sposato anche dalla SPI (Società dei Pediatri Italiana) di Ravenna. Come Ravenna Coraggiosa, riteniamo che il tema della mobilità ciclabile debba essere centrale per il nostro Comune. Partiamo da una grande attenzione dei cittadini per la bicicletta, come anche la richiesta per un Bike Park (che abbiamo sostenuto) dimostra. Occorrono ancora scelte significative in questo mandato ma soprattutto servono impegni concreti, nuovi e coerenti per il prossimo a cominciare dallo sviluppo di una rete di percorsi ciclopedonali ben raccordati e sicuri. In tutta la città si deve favorire la mobilità ciclabile e pedonale con percorsi estesi, connessi tra loro, ben segnalati come previsto dal PUMS integrato con le recenti proposte avanzate da Fiab. Serve condividere strategie con i cittadini e valorizzare il Tavolo tecnico con le associazioni, per il magliamento delle ciclabili in città, la costante manutenzione, i collegamenti ciclabili dalle frazioni attorno a Ravenna, con le località del mare e le aree di interesse naturalistico e turistico a partire dall'avvio già nel 2021 del collegamento Ravenna- Bassette-Porto Corsini e Lidi Nord facente parte della ciclovia Adriatica, dal completamento e illuminazione della ciclabile tra Ravenna-Punta Marina e Marina di Ravenna, dalla realizzazione di un percorso ciclabile da Ravenna a Fosso Ghiaia fino a Mirabilandia e a Savio".

Ravenna Coraggiosa ha obiettivi anche ambiziosi, quale il collegamento ciclabile Ravenna-Bologna: "Potrebbe essere un campo comune di tutte le forze progressiste: investire nei prossimi 5 anni almeno 10 milioni di euro per la mobilità ciclabile a Ravenna. La nuova passione per la bici e le nuove tecnologie “a pedalata assistita” impongono di rafforzare la concezione della bicicletta come mezzo di trasporto e rendono a misura di tutti anche distanze che una volta potevano apparire riservate solo ai ciclisti più esperti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata Mondiale della Bicicletta, Ravenna Coraggiosa: "Un collegamento ciclabile tra Ravenna e Bologna"

RavennaToday è in caricamento