Giunta regionale, Andrea Corsini riconfermato assessore da Bonaccini

Il presidente ha affidato a Corsini le deleghe, oltre che quella al turismo, al commercio, alle infrastrutture, alla mobilità e ai trasporti

Andrea Corsini riconfrmato assessore della giunta regionale. La notizia era già nell'aria da un po', ma giovedì l'incarico è stato ufficializzato durante la presentazione da parte del rieletto presidente Stefano Bonaccini della composizione della nuova giunta regionale, dopo che mercoledì era arrivata dalla Corte d'Appello di Bologna la proclamazione degli eletti il 26 gennaio. Bonaccini, durante la campagna elettorale, ha puntato molto sui successi ottenuti durante la sua legislatura a livello turistico: il riaffidamento della delega a Corsini, quindi, appariva logico. Il presidente ha affidato a Corsini le deleghe, oltre che quella al turismo, al commercio, alla mobilità, ai trasporti e alle infrastrutture. Con la nomina ad assessore, rientra in assemblea legislativa il ravennate Gianni Bessi, arrivato terzo a livello di preferenze alle ultime elezioni regionali (dopo Corsini e la consigliera Emanuela Rontini).

Gli altri eletti

Come sottosegretario Bonaccini ha eletto Davide Baruffi, mentre come vicepresidente la "grande novità" di queste elezioni regionali, Elly Schlein, con delega al welfare, contrasto alle disuguaglianze, politiche abitative, politiche giovanili, cooperazione internazionale e coordinamento del patto per il clima. Raffaele Donini, nello scorso mandato titolare dei trasporti e, nell'ultima fase della legislatura, anche vicepresidente, è stato confermato all'assessorato alla sanità; Vincenzo Colla (già numero due nazionale della Cgil) a sviluppo economico, green economy, lavoro e formazione; a Irene Priolo le deleghe ad ambiente, difesa del suolo e della costa e protezione civile; a Barbara Lori montagna, pari opportunità, aree interne e programmazione territoriale; ad Alessio Mammi agricoltura e agroalimentare, caccia e pesca; a Paola Salomoni scuola, università, ricerca e agenda digitale; nuovo assessore alla cultura e paesaggi è Mauro Felicori (in passato direttore della Reggia di Caserta); a Paolo Calvano delega al bilancio, personale, patrimonio e riordino istituzionale. In tutto la Giunta è composta da 10 assessori (di cui ben otto nuovi), sei uomini e quattro donne, più il sottosegretario.

"Squadra che vince non si cambia di solito, io l'ho cambiata quasi tutta perchè noi abbiamo bisogno di continuare a innovare e rinnovare - commenta Bonaccini - E' una squadra in cui ho massima fiducia e inizieremo a lavorare immediatamente". Età media sotto i 50 anni, con persone che hanno "competenza, rappresentanza territoriale e diverse sensibilità politiche". Alla giunta si aggiunge poi Gianmaria Manghi, sottosegretario nel mandato scorso, che rientra come capo di gabinetto. Per se stesso, Bonaccini ha deciso di tenere invece le deleghe alla programmazione dei fondi europei, per "coordinare il lavoro" in vista del nuovo settennato di pianificazione, a sicurezza e legalità, all'autonomia e allo sport, "la delega più importante di tutte", ha sorriso. Ringrazio gli assessori uscenti perchè con me hanno svolto un lavoro che ci ha portato a un risultato elettorale frutto di buon governo, riconoscimento di un'idea di Emilia-Romagna del futuro e di relazione tra ciò che si promette e si mantiene".

I primi compiti

La futura Giunta si insedierà dopo l’avvio formale della nuova legislatura previsto per il prossimo 28 febbraio, giorno in cui si terrà la prima seduta dell’Assemblea legislativa regionale. Presentando la nuova giunta regionale, Bonaccini ha ribadito le priorità già indicate in campagna elettorale. "Entro l'estate, tra le prime cose da fare, vogliamo sottoscrivere un nuovo patto per il lavoro e la legalità unito a un patto per il clima, lavoreremo su un'agenda che per i prossimi 5 anni metta al centro in primis lavoro e legalità, ma con a fianco la necessità di una svolta ecologista - ha evidenziato - Convocheremo le parti sociali il prima possibile. Vogliamo che la regione torni alla piena e buona occupazione. Ma alla fine dell'anno cresceremo dello 0,5%: saremo primi in Italia, ma negli anni scorsi crescevamo di più". Il punto è che "il Paese si è fermato", ha aggiunto. "Tuttavia, ci sono le condizioni per accelerare. Sulle infrastrutture avremo quattro miliardi di investimenti certi. La ruota dell'economia è pronta a ripartire", ha garantito. 

Bonaccini ha annunciato che il primo provvedimento a essere portato in aula nella prima riunione "utile" dell'assemblea sarà lo stanziamento (già deciso nel precedente mandato) di 10 milioni di euro per l'acquisto e la ristrutturazione di appartamenti per giovani coppie in montagna. "Vogliamo dimostrare che facciamo sul serio - ha scandito - Abbiamo recuperato il voto delle periferie delle città, ma non abbiamo recuperato voto delle periferie della regione, vale per la montagna e per la bassa ferrarrese", ricorda il presidente, che subito dopo la vittoria del 26 gennaio si lanciato in un tour dell'Appenino modenese, toccando comuni dove la Lega ha preso anche l'80%. "Ho voluto dare segnali che si ripartiva dai luoghi dove abbiamo avuto più problemi di consenso. Abbiamo bisogno di dare segnali dove c'è più inquietudine e paura e dove ci si sente più lontani e abbandonati", spiega il governatore, confermando che per quelle aree sono in arrivo fondi ad hoc. "Ho detto a Barbara (Lori, ndr) di mettersi le scarpe da ginnastica e di stare molto in Appennino".

La soddisfazione del Pd ravennate: "Premiato il grande lavoro svolto in questi anni"

Grande soddisfazione è stata espressa dal segretario provinciale del Pd ravennate Alessandro Barattoni per la nomina della nuova giunta che affiancherà il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Nel formulare ai nuovi assessori gli auguri di un proficuo lavoro, Barattoni ha rivolto parole di particolare approvazione per la nomina del ravennate Andrea Corsini che assumerà le deleghe alle Infrastrutture, Mobilità e Trasporti e al Turismo e Commercio.

“L'ingresso di Andrea Corsini nell'esecutivo guidato da Bonaccini – sottolinea Barattoni – va salutato con particolare compiacimento perché rappresenta il giusto riconoscimento al bagaglio di esperienza accumulato nella scorsa legislatura e al suo alto spessore tecnico e politico nonché ai consensi riportati durante l'ultima tornata elettorale. È stato premiato il grande lavoro svolto in questi anni da una figura di assoluta qualità, riconosciuta nell’intera regione. Quello delle infrastrutture poi è un argomento molto importante per noi che abbiamo messo sul tavolo diverse priorità nel corso della campagna elettorale e ci attendiamo che questi temi siano basilari nel prossimo mandato".

Medesimo apprezzamento il segretario democratico ha espresso nei confronti del ritorno in Consiglio regionale di Gianni Bessi, che prenderà posto in assemblea: “Con Gianni Bessi – dice Barattoni – abbiamo condiviso un percorso significativo per il nostro territorio. La sua competenza ed esperienza rendono oggi ancora più importante la sua presenza tra i banchi del Consiglio, all'interno del quale non mancherà di distinguersi ancora una volta per il suo riconosciuto impegno e insieme a Manuela Rontini formerà una squadra di grande valore molto radicata sul territorio. Durante quest’ultimo periodo ho visto una gran voglia di partecipazione democratica che ha fatto riempire le piazze per contrapporsi al rancore e all’antipolitica. Quindi rinnovo a tutti gli auguri di buon lavoro nella convinzione che sapranno operare al servizio dei cittadini intercettando le loro esigenze e le loro speranze”.

Il sindaco de Pascale: "Il massimo che si potesse desiderare"

"Un grandissimo in bocca al lupo alla nuova giunta regionale nominata in poco tempo dal presidente Stefano Bonaccini e composta da nomi di altissima qualità - commenta soddisfatto il sindaco Michele de Pascale -  La nuova squadra di Bonaccini è sinonimo di continuità ma allo stesso tempo di grande innovazione. Naturalmente non posso che dirmi estremamente soddisfatto per la conferma di Andrea Corsini quale assessore al turismo e al commercio; e sono ancora più contento e soddisfatto per il fatto che a queste due importanti deleghe si siano aggiunte quelle, fondamentali, alle infrastrutture e ai trasporti. Durante la campagna elettorale sono stato al fianco di Bonaccini e avevo percepito con forza come egli intendesse dare risposte strategiche alle carenze infrastrutturali di tutta la Romagna e in particolare a quelle della provincia di Ravenna. Rispetto a questa priorità, la scelta di Corsini come assessore alle infrastrutture e ai trasporti rappresenta il massimo che si potesse desiderare. Conosco molto bene Andrea e collaboro con lui dal 2004. L'ho visto crescere, assumere ruoli via via sempre più importanti ed esercitarli con impegno, autorevolezza, passione e competenza; sono quindi particolarmente contento, perché la sua professionalità e il suo senso delle istituzioni meritavano questo riconoscimento. Da ultimo, ma non per ultimo, ci tengo a sottolineare che il territorio romagnolo "guadagna" così un altro consigliere regionale, Gianni Bessi, che continuerà a svolgere un'importante attività per tutto il territorio romagnolo, in particolare per quanto riguarda i temi delle politiche industriali, energetiche e agroalimentari".

Il sindaco Medri: "Squadra di governo eccellente"

"Con grande soddisfazione faccio i migliori auguri di buon lavoro al Presidente Bonaccini e all’eccellente squadra che ha voluto al suo fianco, composta da persone capaci e competenti - aggiunge il sindaco di Cervia Massimo Medri - Ottima la notizia della conferma del “nostro” Andrea Corsini, al quale oltre al Turismo e al Commercio è stata affidata l’importante delega alle Infrastrutture e ai Trasporti. Durante la campagna elettorale Stefano Bonaccini ha manifestato più volte l’intenzione di mettere mano alle criticità della nostra Regione, a cominciare da quelle dei collegamenti e delle infrastrutture. Le nuove deleghe a Corsini, che ha lavorato molto bene per il Turismo e il Commercio nella precedente legislatura, confermano la volontà del presidente di lavorare su questi temi con competenza, passione e impegno. Sono profondamente convinto che la giunta che amministrerà la nostra Regione nei prossimi anni continuerà ad ascoltare le comunità e ad essere vicina ai territori, oltre a mantenere le eccellenze dell’Emilia Romagna ai vertici del panorama nazionale".

Il presidente della Provincia di Ravenna e i sindaci di Alfonsine, Bagnacavallo, Bagnara di Romagna, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Cervia, Conselice, Cotignola, Faenza, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda, Ravenna, Riolo Terme, Russi, Sant’Agata sul Santerno e Solarolo esprimono un sentito apprezzamento per la conferma di Corsini: "Aver assegnato a Corsini sia le deleghe riguardanti Turismo e Commercio sia quelle relative a Infrastrutture, Mobilità e Trasporti rappresenta una lungimirante visione, volta a poter sviluppare con coerenza per l’intera regione Emilia Romagna quel sistema integrato di trasporti e offerta turistica che solamente insieme possono produrre quel valore aggiunto capace di fare la differenza. Riteniamo che la nomina e le deleghe assegnate a Corsini possano e debbano rappresentare in particolare per la provincia di Ravenna e per l’intera Romagna un’occasione fondamentale per affrontare con decisione e superare quel divario infrastrutturale che ancora oggi caratterizza il nostro territorio. A tale fine ci impegneremo insieme a fare la nostra parte assieme alla giunta regionale nel definire le priorità condivise e nel promuovere gli investimenti più utili allo sviluppo dell’intero territorio".

Legacoop Romagna: "Tutte le carte in regola per un ambizioso programma di mandato"

"La nuova giunta regionale del presidente Bonaccini, nei suoi elementi di continuità e innovazione, con l’inserimento di nuovi amministratori provenienti da diverse esperienze politico professionali e dai diversi territori della Regione, si presenta con tutte le carte in regola per poter dare attuazione a un ambizioso e impegnativo programma di mandato - commenta Mario Mazzotti, presidente di Legacoop Romagna - Accanto alle priorità programmatiche individuate dall’Aci Emilia-Romagna per l’economia e la società regionale, abbiamo presentato ulteriori nostre proposte concentrate sulle esigenze e le necessità prioritarie del territorio romagnolo. Temi come l’assetto istituzionale, a cominciare dalla costruzione della nuova provincia di Romagna, la carenza infrastrutturale del territorio e la necessità di rilanciare il Corridoio Adriatico come asse di sviluppo strategico del paese, il ruolo baricentrico della Romagna da valorizzare come terra della sostenibilità e dell’inclusione sociale, fino ai temi del lavoro da rimettere al centro di ogni azione politica che rappresentano per noi il terreno sul quale continuare quel confronto proficuo con le istituzioni che hanno caratterizzato questi anni di rapporto con la Regione. L’affidamento ad Andrea Corsini, oltre alla delega al turismo, anche di quella alle infrastrutture, vista la sua provenienza territoriale e la sua conoscenza del territorio, ci consentirà sicuramente di rafforzare le occasioni e le sedi di dialogo e discussione sul tema strategico delle reti e delle infrastrutture. Auguriamo quindi buon lavoro al presidente Bonaccini e a tutti gli assessori della sua giunta e gli rinnoviamo la nostra totale disponibilità al dialogo e alla collaborazione nel rispetto dei diversi ruoli".

Confindustria Romagna: "Grande soddisfazione, la mobilità è il tema dei temi"

"Esprimiamo grande soddisfazione e plauso per la conferma dell’assessore Andrea Corsini nella giunta della Regione Emilia-Romagna, in particolare per la delega alle infrastrutture e ai trasporti che si aggiunge a quella del turismo. Abbiamo molto apprezzato l’operato dell’assessore nel precedente mandato, e siamo certi che saprà dare un contributo importante anche nel nuovo incarico, che riguarda un aspetto cruciale per imprese e cittadini come quello delle infrastrutture e dei trasporti – afferma il presidente di Confindustria Romagna Paolo Maggioli – Lo diciamo da tempo: oggi la mobilità è il tema dei temi, che abbraccia in modo trasversale industria, turismo, cultura, studio e tempo libero. L’attrattività di un territorio si misura sempre più anche in base alla qualità delle sue connessioni, e per noi è particolarmente significativo che questa delega stata affidata a un assessore romagnolo, a cui vanno le nostre vive congratulazioni e i migliori auguri di buon lavoro. Nella nostra associazione troverà sempre un interlocutore aperto al confronto e alla collaborazione".

Confesercenti: "Si apre una nuova stagione"

Grande soddisfazione per l’incarico conferito a Corsini è stata espressa dal presidente di Assoturismo-Confesercenti Emilia Romagna Filippo Donati: "Condivido pienamente la scelta del presidente Bonaccini di affidare allo stesso assessore Corsini le deleghe al turismo e alle infrastrutture. Nello scorso mandato Corsini ha saputo ascoltare e interpretare le esigenze del nostro settore: con la nuova delega potrà integrare lo sviluppo turistico del territorio con l’implementazione delle infrastrutture, tutto ciò a beneficio sia del turismo che dell’intera società civile. Sono certo che si apre una stagione nuova, con opportunità economiche importanti per tutta la nostra regione. Non faremo mancare all’Assessore Corsini la disponibilità al confronto e alla collaborazione“.

"Quando parliamo delle criticità per lo sviluppo del settore turistico invochiamo sempre interventi sulle infrastrutture, siano esse stradali che aeroportuali o ferroviarie. Creare un assessorato che accorpa commercio, turismo e infrastrutture è una scelta strategica che condividiamo - aggiunge la presidente provinciale Monica Ciarapica - Auguri ad Andrea Corsini, che ha già dimostrato capacità di ascolto e intervento efficace in questi anni. Da parte nostra la massima disponibilità a collaborare e proseguire il confronto".

Camera di Commercio: "Non faremo mancare il nostro appoggio"

“Esprimo grande soddisfazione per l'attribuzione delle deleghe alle Infrastrutture, Mobilità e Trasporti ad Andrea Corsini, eletto all'Assemblea legislativa regionale in rappresentanza del territorio romagnolo, e riconfermato nella nuova Giunta regionale - afferma il presidente della Camera di commercio di Ravenna Giorgio Guberti. - Fin dal mio insediamento ho evidenziato quanto le infrastrutture e il potenziamento dei collegamenti tra il nostro territorio e il resto del Paese e dell'Europa siano strategici per lo sviluppo e la competitività delle attività economiche e per la qualità di vita dei cittadini. Un plauso quindi al presidente Bonaccini per aver riconosciuto le istanze avanzate con convinzione dal mondo istituzionale ed economico ravennate e romagnolo. Tutte le Istituzioni, compresa la Camera di commercio, devono essere in prima linea affinché si affrontino le prossime sfide con spirito positivo e costruttivo, lavorando con impegno per raggiungere obiettivi ambiziosi. Non faremo mancare il nostro appoggio per migliorare la mobilità e i collegamenti, sostenere con adeguate politiche la ripresa economica, puntando ad uno sviluppo che abbia a cuore la tutela dell'ambiente e il benessere della comunità nel senso più ampio del termine. I migliori auguri di buon lavoro ad Andrea Corsini e a tutta la Giunta regionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Ravenna in lutto: si è spento all'improvviso l'ex sindaco Fabrizio Matteucci

  • 'Accoglieteli a casa vostra', Fiorenza apre le porte a un rifugiato: "Grazie a lui ho ritrovato una famiglia"

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

  • A soli 23 anni fa volare centinaia di persone nel mondo: "Ma quando decollo dal cielo cerco sempre Cervia"

  • Travolto da un'auto mentre attraversa la strada: anziano in condizioni gravissime

Torna su
RavennaToday è in caricamento