rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Gli incroci 'maledetti' di Sant'Alberto-Mandriole e Pilastro saranno illuminati

A fine dicembre 2021 la Giunta comunale ha approvato il progetto dei nuovi impianti luce da realizzare a breve, impegnando al riguardo la spesa annuale di 500 mila euro

A fine dicembre 2021 la Giunta comunale ha approvato il progetto dei nuovi impianti luce da realizzare a breve, impegnando al riguardo, come disposto dal Piano Regolatore dell’Illuminazione Pubblica (PRIC) approvato dal Consiglio comunale nel dicembre 2020, la spesa annuale di 500 mila euro. Due di questi, sollevate da Lista per Ravenna, riguardano gli incroci della via Gattolo Superiore con la provinciale n. 24 a  Sant’Alberto-Mandriole e l’incrocio tra le vie Roncalceci e Ramona all’ingresso di Pilastro, in direzione Filetto.

Risale al 5 maggio 2014 l’interrogazione di Lista per Ravenna al sindaco su: “Via Gattolo Superiore, disastrata e abbandonata”. "Chiedeva il rifacimento della strada gravemente dissestata, quasi impercorribile, e l’installazione dell’illuminazione pubblica di cui erano privi i due incroci pericolosissimi con la strada provinciale 24, arteria ad alta e veloce percorrenza, su cui via Gattolo Superiore si innesta e confluisce con un percorso ad U, rispettivamente nelle località di Sant’Alberto e Mandriole - spiega il capogruppo Alvaro Ancisi - La richiesta di ripavimentazione ebbe successo, con lavori del costo di 300 mila euro realizzati nel successivo piano triennale degli investimenti. Non altrettanto la seguente seconda risposta: “Gli innesti con la Strada Provinciale sono privi di illuminazione pubblica e a tal fine, per illuminare quello più vicino al centro abitato di Sant’Alberto, occorre realizzare canalizzazioni, plinti, pozzetti, pali e punti luce, interventi che hanno costi di realizzazione non di entità modeste in quanto occorre collegarsi alla linea elettrica esistente che dista almeno 400 m. Si conferma tuttavia la volontà dell’Amministrazione a programmare e realizzare gli interventi necessari ad eliminare lo stato di sofferenza in cui versano gli abitanti di questa viabilità”. Nonostante i nostri successivi  solleciti, da cui peraltro risultò che il costo di questi interventi sarebbe stato di 40 mila euro, si rese necessaria una nuova interrogazione al sindaco il 10 dicembre 2020, non appena approvato dal Consiglio comunale il nuovo Piano Regolatore dell’Illuminazione Pubblica che non li comprendeva, chiedendo esplicitamente che fossero inseriti nel Piano per il 2021. È quanto avvenuto il 28 dicembre scorso, dove figurano con questo oggetto: “Incroci a raso via Gattolo Superiore e SP24 – Messa in sicurezza  degli attraversamenti a raso negli incroci”. Verrà applicata, trattandosi di “zone di conflitto nelle quali si verifica il maggior numero di incidenti”, la categoria illuminotecnica massima, la C3, per una lunghezza di circa 60 metri sui due lati dell’intersezione, con una illuminazione decrescente nella zona di transizione tra quella illuminata e quella completamente buia".

"Il 21 aprile scorso - prosegue il consigliere - rivolgemmo al sindaco un’interrogazione sulla “Drammatica insicurezza di via Roncalceci tra Pilastro e Filetto”. Questo tratto della strada provinciale n.34 è caratterizzato, dicemmo, “da un afflusso costante di traffico motorizzato non locale, specialmente durante la stagione estiva”, essendo “percorsa continuamente a velocità eccessiva, ben oltre il limite dei 50 chilometri orari, da veicoli che spesso non mantengono la loro corsia di marcia, invadendo quella opposta […]: Da Pilastro a Filetto in particolare, si sussegue una serie di tornanti, la curva di uno dei quali, all’ingresso di Pilastro nell’incrocio con via Ramona, pressoché a 90 gradi ed anche molto più stretta delle altre, fronteggia drammaticamente le case dei numeri civici 76 e 78. […] Diversi guidatori, per distrazione o poca abilità, unite all’alta velocità con cui l’affrontano, finiscono ciclicamente per schiantarsi contro gli edifici”. Da anni i residenti ne chiedevano, inascoltati, la messa in sicurezza. La risposta alla nostra interrogazione è nei fatti. Un velobox per la riduzione della velocità dei veicoli in vicinanza del punto in questione è stato inserito tra gli interventi in fase di imminente effettuazione, mentre nel progetto del PRIC 2021 figura “la messa in sicurezza dell’incrocio tra via Roncalceci e via Ramona mediante l’installazione di un sistema lampeggiante che segnali la presenza della pericolosità dell’incrocio con curva a gomito e scarsa visibilità”".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli incroci 'maledetti' di Sant'Alberto-Mandriole e Pilastro saranno illuminati

RavennaToday è in caricamento