rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Politica

I socialisti ravennati contro il secondo rigassificatore: "Puntiamo su energie rinnovabili"

Secondo il Psi la presenza di un secondo rigassificatore a Ravenna andrebbe nella direzione opposta rispetto al programma di mandato del sindaco De Pascale

I socialisti ravennati esprimono un deciso no alla collocazione di un secondo rigassificatore al largo delle coste ravennati. "La situazione internazionale, caratterizzata anche da una grave crisi energetica, ci ha in passato imposto scelte difficili sul tema dell’energia che ci hanno portato a condividere, pur con tutte le cautele del caso, la presenza di un rigassificatore al largo della nostra costa - afferma il Psi di Ravenna - La politica dei socialisti, ribadita anche dal recente Congresso regionale, ci vede in prima linea nella tutela del nostro ecosistema e per una politica energetica basata essenzialmente su energie rinnovabili".

"Il programma di mandato del sindaco di Ravenna De Pascale approvato dai socialisti proponeva una città in prima linea sulle rinnovabili con un forte sviluppo del fotovoltaico con l’obiettivo di una importante riduzione della CO2. Ne consegue che la presenza di un secondo rigassificatore a Ravenna va nella direzione opposta di quanto contenuto nel programma di mandato del sindaco - prosegue il Psi di Ravenna - I socialisti ravennati chiedono agli organi di governo della città di essere conseguenti con tali propositi esprimendosi per un no alla collocazione del secondo rigassificatore al largo delle nostre coste e invitano il sindaco ad aprire un confronto con il Presidente della giunta regionale Stefano Bonaccini che può far valere il suo ruolo di Commissario straordinario di governo, al fine di evitarne l’autorizzazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I socialisti ravennati contro il secondo rigassificatore: "Puntiamo su energie rinnovabili"

RavennaToday è in caricamento