rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica

"Il caso Antonellini? Un sintomo della mancanza di trasparenza in Autorità Portuale"

L'opposizione chiederà un consiglio comunale straordinario. Ancisi: "Opacità assoluta in via Antico Squero"

Cos’ha portato l’ing. Luca Antonellini all’esasperazione tanto da portarlo a compiere atti perseguibili penalmente? Escludendo un problema psichiatrico, la causa va ricercata nella sua attività all’interno dell’Autorità Portuale, di cui è stato un dirigente fino al recente licenziamento.

Alvaro Ancisi, consigliere di Lista per Ravenna e responsabile del coordinamento dell’opposizione in consiglio comunale, è convinto che l’Autorità Portuale, lungi dall’essere trasparente sia invece assai opaca.

“Pare certo – commenta Ancisi – che Antonellini da un paio d’anni avesse assunto un ruolo di protesta contro le politiche del personale all’interno di AP. Contratti integrativi, premialità, valutazione delle performance. Vorremmo vederci più chiaro e, per questo, chiederemo un consiglio comunale straordinario”.

Intanto, l’unica cosa che appare trasparente è l’incompletezza del sito istituzionale dell’Autorità Portuale. Il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 ha imposto l’obbligo alle pubbliche amministrazioni di rendere pubblici i documenti, le informazioni e i dati relativi, tra le altre cose, a consulenti e collaboratori, al personale, ai premi e alle performance, al benessere organizzativo. Il testo del decreto, peraltro, indica anche come debba essere strutturato il sito, le sezioni e le sottosezioni.
Moltissime le voci - tra cui quelle relative al personale, agli incarichi, ai premi – su cui compare la dicitura “Sezione in fase di aggiornamento/Allestimento”, senza nemmeno un riferimento agli anni precedenti il 2016.

“Sembra quasi un disegno organico per nascondere le cose – commenta Ancisi -. Questa sicuramente non è trasparenza. Del resto ho sempre definito quello di Ravenna ‘il porto delle nebbie’”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il caso Antonellini? Un sintomo della mancanza di trasparenza in Autorità Portuale"

RavennaToday è in caricamento