menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Il maledetto incrocio di Osteria", Ancisi si rivolge al sindaco: "Serve una rotonda"

"La pericolosità di questo incrocio a raso tra due strade soggette ad un traffico elevato è già nota sia all’amministrazione comunale che a quella provinciale", spiega Ancisi

Il capogruppo di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, riaccende i riflettori sull'incrocio tra via Dismano e via Lunga, ad Osteria, teatro mercoledì scorso dell’ennesimo incidente (uno scontro tra quattro veicoli con tre feriti, di cui uno grave). L'esponente dell'opposizione ha presentato un questione time al sindaco Michele De Pascale, "che in quanto tale è anche presidente della Provincia", per chiedergli "se intende attivarsi presso i rispettivi uffici delle Infrastrutture civili (Comune) e della Viabilità (Provincia) perché venga dato riscontro positivo all’esposto" presentato giovedì da un cittadino al Comune di Ravenna (ente competente poiché i due rami stradali attraversano un abitato urbano) e alla Provincia di Ravenna (ente proprietario delle strade).

La richiesta contenuta nell’esposto, viene illustrato, consiste nel realizzare, al posto di tale intersezione a raso, una rotatoria. Tale intervento - ha scritto - “agisce in senso positivo” in quanto “agevola le precedenze dei veicoli, migliora notevolmente la visibilità dei veicoli, riduce la velocità dei veicoli, elimina tutte le condizioni di non sicurezza di una intersezione a raso e migliora i flussi di traffico”. Dichiarando tuttavia di non essere “un tecnico con competenze relative alle modalità costruttive delle strade”, egli ha aggiunto che, qualora si ravvisasse un’eventuale “impossibilità tecnica di provvedere secondo la richiesta formulata”, resta comunque indispensabile “risolvere la problematica evidenziata con ogni altra soluzione si ritenga opportuna”.

"L’esposto è strutturato giuridicamente come diffida a provvedere, dimodoché, in caso di nuovi analoghi sinistri stradali nel punto viario in questione senza che niente di risolutivo sia stato effettuato, Comune e Provincia potrebbero essere chiamati a risponderne in sede giudiziaria", viene chiarito da Ancisi. Conclude il leader di Lista per Ravenna: "La pericolosità di questo incrocio a raso tra due strade soggette ad un traffico elevato è già nota sia all’amministrazione comunale che a quella provinciale, oltreché attestata dai relativi dati di sinistrosità raccolti dalla Polizia locale di Ravenna e dal servizio 118 Romagna Soccorso tanto che, nel tentativo di ridurla, sono stati effettuati nel tempo, anche a seguito dei solleciti compiuti dal locale Comitato cittadino, alcuni interventi, quali il rafforzamento della segnaletica verticale, l’installazione di segnaletica luminosa, la collocazione di dissuasori di sosta nell’area di intersezione, il posizionamento di uno specchio convesso e (da ultimo) l’installazione di un box autovelox. Consistendo unicamente in operazioni sulla sicurezza passiva, non sono stati però risolutivi".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento