Politica

Il primo partito della città cade a pezzi: anche Vandini lascia il Movimento 5 stelle

Il Movimento 5 stelle avanza a gran voce in tutta Italia, ma a Ravenna - nonostante i risultati delle elezioni lo confermino primo partito della città - continua a perdere pezzi

Il Movimento 5 stelle avanza a gran voce in tutta Italia, ma a Ravenna - nonostante i risultati delle elezioni lo confermino primo partito della città - continua a perdere pezzi: dopo che la consigliera di CambieRà Samantha Tardi già prima delle elezioni aveva manifestato tutta la sua delusione annunciando la disiscrizione dalla piattaforma Rousseau e dopo la sospensione del candidato ferrarese David Zanforlini accusato di aver fatto parte in passato della massoneria (che si è comunque potuto presentare regolarmente alle elezioni), anche l'ex candidato sindaco pentastellato Pietro Vandini (che aveva presentato la sua candidatura per le elezioni del 4 marzo, senza però essere ammesso) si è disiscritto dalla piattaforma a cinque stelle.

Movimento 5 stelle, la delusione dei politici: "Uno vale uno? Solo nelle favole. Movimento distrutto"

"Come succede quando vengono fatte delle scelte, se ne prende atto, e io non ho null'altro da spartire con un contenitore politico che a livello locale ha scelto quella strada - spiega Vandini, che domenica alle urne ha annullato di proposito la sua scheda - Finalmente hanno messo la faccia pubblicamente sulle scelte che hanno creato il disastro organizzativo e operativo del Movimento 5 Stelle di Ravenna. Era uno dei miei ultimi obiettivi, nei prossimi giorni farò tutte le dovute considerazioni. Buon proseguimento, io resto vero".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il primo partito della città cade a pezzi: anche Vandini lascia il Movimento 5 stelle

RavennaToday è in caricamento