Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica

Il ritratto del poeta a Lido di Dante, Ancisi (LpRa): "La località sia coinvolta maggiormente nella promozione turistica"

La critica della lista civica: "L’anno scorso l’amministrazione comunale non ha coinvolto, benché minimamente, la località nelle celebrazioni del settimo centenario dantesco"

Arriva grazie a un'iniziativa della comunità di Lido di Dante un ritratto che omaggia il Sommo Poeta. Lo ha realizzato la professoressa Marilisa Marcon, docente dell’Istituto professionale Persolino–Strocchi di Faenza, oggi in pensione, ma attivissima con la creta e i colori. Il ritratto è giunto si richiesta del comitato cittadino ed è stato appeso alla parete della casetta delllo stesso comitato, nella piazzetta del Lungomare, centro di tutte le manifestazioni estive.

"Anche questo virtuoso lavoro, compiuto di propria mano dalla comunità, servirà alla promozione turistica di Ravenna. Qui mare e città d’arte si coniugano al meglio", commentano Alvaro Ancisi e Pasquale Minichini di Lista per Ravenna che, però riservano anche una critica al Comune: "L’anno scorso l’amministrazione comunale non ha coinvolto, benché minimamente, la località nelle celebrazioni del settimo centenario dantesco". 

Per Ancisi e Minichini è inspiegabile come il lido, intitolato al Poeta per volontà dei suoi abitanti nel 1978, sia stato tenuto così poco in considerazione per le celebrazioni del 2021 e riprendono le parole del professor Ivan Simonini, già assessore alla Cultura del Comune di Ravenna: “Beh, insomma, un lido il cui nome arriva direttamente dalla Commedia grazie a don Mesini, come può non essere coinvolto dalle celebrazioni e dalle realizzazioni legate a Dante?”.

"Occorreva dunque rimediare al torto - continuano i due esponenti della lista civica - Da tempo il comitato cittadino del posto discuteva di come porre la raffigurazione del viso di Dante Alighieri all’ingresso del paese. Disponendo di un progetto su carta, semplice e forse inaccurato, una schiera di volenterosi si è messa allora rapidamente in azione per realizzarlo. Serviva però una persona che avesse la capacità, il tempo e la disponibilità affinché dal semplice bozzetto a colori si potesse passare ad un materiale resistente e duraturo".

"Ne è uscito un ritratto stilizzato del Poeta su un larga base di mare, fissato con cinquanta chili di creta, cotta e colorata, su una tavola di iroko alta 150 centimetri. Un mese di lavoro gratuito a favore della piccola comunità locale, che voleva riconoscersi in un emblema del proprio paese. Realizzarlo non è stato semplice, date le dimensioni del ritratto. La professoressa Marcon ha avuto il suo bel da fare - concludono Ancisi e Minichini - immettendo nella sua opera tutta l’arte e le conoscenze apprese negli anni in cui seguiva gli insegnamenti del padre, anch'egli docente di questa specifica materia".

ritratto sommo poeta a lido di dante-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ritratto del poeta a Lido di Dante, Ancisi (LpRa): "La località sia coinvolta maggiormente nella promozione turistica"
RavennaToday è in caricamento