rotate-mobile
Politica

Il sindaco Matteucci: "contro il degrado necessarie le ordinanze”

Ricorso al Tar dei titolari di tre esercizi commerciali di via Candiano, viale Pallavicini e via Alberoni contro una delle due ordinanze antidegrado in vigore dall'1 ottobre. Il sindaco difende la sua scelta

In merito al ricorso al Tar  presentata dai titolari di tre esercizi commerciali di via Candiano, viale Pallavicini e via Alberoni  nei confronti di una delle due ordinanze antidegrado in vigore dall’1 ottobre, il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci reagisce prontamente, confidando nella giustizia. “Il Tar deciderà  sul ricorso presentato contro una delle mie due ordinanze antidegrado che interessano la zona della stazione – dice -. I ricorrenti contestano il divieto di vendita di alcol e l’orario di chiusura. Non viene invece contestato il divieto del consumo di alcol nella zona”.

“Dopo il miglioramento che avevamo ottenuto negli ultimi anni, da maggio-giugno la situazione è peggiorata – osserva Matteucci -. E’ evidente a chiunque ha a cuore la vivibilità  della città  che la zona della stazione richiede una cura e interventi del tutto particolari. Le ordinanze sono uno di questi interventi: non sono la soluzione, ma aiutano, come dimostra l’esperienza di questi anni.
Oggi il Signor Prefetto dottor Bruno Corda mi ha informato che le Forze dell’Ordine rafforzeranno ulteriormente la vigilanza della zona”.

“Segnalo infine che la città è  ancora in attesa dei rinforzi che abbiamo chiesto al Governo che,  nel frattempo – ricorda il sindaco -,  ha prorogato in maniera generalizzata tutti i permessi provvisori di soggiorno, compresi quelli delle persone che appena arrivati in Italia si sono sottratti all’assistenza della Protezione Civile Nazionale”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Matteucci: "contro il degrado necessarie le ordinanze”

RavennaToday è in caricamento