Immigrazione e accoglienza, un sit-in di solidarietà per il sindaco di Riace arrestato

Anche a Ravenna, come in diverse zone d'Italia, è stato organizzato un sit-in per esprimere solidarietà al sindaco di Riace arrestato Mimmo Lucano

Anche a Ravenna, come in altre zone d'Italia, alcuni gruppi - tra cui Anpi, Arci, Articolo 21, Cgil, Libera, Uisp, Rete della conoscenza, Udu, Rete degli studenti medi, Articolo 1-Mdp, associazione Ditutticolori, circolo Dock 61, Possibile, Sinistra italiana e Sinistra per Ravenna - hanno organizzato un sit-in in piazza Gandhi, vicino Porta Adriana, per sabato 6 ottobre alle 10 invitando tutti i cittadini a partecipare per esprimere solidarietà a Mimmo Lucano, sindaco di Riace coinvolto in un’inchiesta che lo vede accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e affidamento fraudolento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti a due cooperative della zona.

"Riace è un piccolissimo paese quasi spopolato della profonda Calabria diventato un simbolo nel mondo - commentano gli organizzatori - Il modello Riace è semplicemente la straordinaria dimostrazione che si può costruire un efficace sistema di accoglienza diffusa, che l’integrazione rappresenta una importante occasione di sviluppo per il territorio e che costruire una società inclusiva e accogliente è un vantaggio per tutti. Un'utopia contro la quale negli ultimi mesi aveva fatto già balenare le sue accuse il Ministro dell'Interno: la colpa di Riace sarebbe quella di aver accolto troppo, anche oltre le decisioni delle commissioni prefettizie. Sta di fatto che i finanzieri hanno arrestato, ai domiciliari, l'uomo-simbolo di quella esperienza, il sindaco Mimmo Lucano, con l'accusa - tra l'altro - di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Le inchieste della magistratura si rispettano sempre, ma questa ordinanza nei fatti blocca l’esperienza più significativa che dimostra come integrazione e accoglienza siano la chiave di volta per risollevare l’intero Paese. Esprimiamo solidarietà al sindaco Lucano e ci mobiliteremo per confermare tutta la nostra vicinanza alla comunità di Riace. Chi volesse aderire all’iniziativa sottoscrivendo il presente Comunicato può farlo inviando una e-mail a ravenna@arci.it".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ravenna in Comune: "L'evento non sia un solo episodio"

Anche Ravenna in Comune aderisce alla manifestazione in solidarietà del sindaco di Riace e invita iscritti e simpatizzanti e tutta la cittadinanza a sostenere l’iniziativa e a essere fisicamente presenti. "Questo evento non deve rimanere episodico, nè tantomeno servire da semplice momento di pur legittimo conforto per il popolo antirazzista della nostra città - spiega il capogruppo Massimo Manzoli - ma deve significare la voglia e la determinazione di creare un vero e irreversibile movimento contro il razzismo e la xenofobia, e per una sempre più radicata cultura dell’accoglienza. Gli atteggiamenti prevalenti delle istituzioni di governo vanno nel senso di soffiare sul fuoco della paura e del disagio, anche proponendo chiavi di lettura forzate e talora nettamente false. A tutto questo bisogna reagire, nelle istituzioni e fra la gente, creando consapevolezza e coscienza solidale diffusa. A Ravenna si deve aprire un percorso più inclusivo possibile, a partire dalla rivitalizzazione della Rete Civile Antirazzista, che non solo crei tante occasioni di partecipazione per tutte e tutti coloro che intendono opporsi alla deriva razzista e antidemocratica, ma costruisca anche momenti e strumenti per avvicinare tutta la cittadinanza (anche quella spaventata e insicura, facile preda della propaganda xenofoba) e portarla a incuriosirsi, approfondire, studiare, capire e condividere. Per questo Ravenna in Comune si mette a disposizione di chiunque voglia partecipare in qualsiasi modo a questo percorso e assicura il proprio impegno a dare continuità a questa mobilitazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

  • Alberi caduti, nubifragi e allagamenti: i temporali seminano danni

  • Alessandro Borghese gira una puntata di "4 Ristoranti" in riviera

  • Presunto ordigno bellico: divieto di accesso ad una delimitata zona di spiaggia a Marina di Ravenna

Torna su
RavennaToday è in caricamento