Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

CambieRà: "Sì ad un nuovo pala sport anche per show"

"Esattamente come la Cultura, lo Sport deve essere nell'aria che respiriamo, come l'ossigeno", esordisce Tardi

"Lo sport deve essere una parte fondamentale di Ravenna". E' quanto afferma Samantha Tardi del movimento Civico CambieRà. "Esattamente come la Cultura, lo Sport deve essere nell’aria che respiriamo, come l’ossigeno - esordisce Tardi -. Sport di alto livello e Sport dilettantistico sono legati profondamente e uno non può esistere senza l’altro, a meno che non si decida di limitarsi ad una  programmazione del presente che magari può dare risultati importanti nell’immediato, ma che è destinata a spegnersi come un fuoco che non viene alimentato. In ambito dilettantistico e amatoriale lo Sport svolge un ruolo importante di aggregazione oltre che di benessere fisico. Lo Sport è educazione e dovrà essere uno dei mezzi per trasmettere ai nostri giovani valori imprescindibili come lealtà, perseveranza, amicizia, condivisione e solidarietà, sfuggendo all’individualismo e all’egoismo. Lo sport deve essere per tutti".

"Il ruolo del Comune sarebbe primariamente quello di favorire la pratica sportiva e una delle prime azioni da mettere in campo sarebbe proprio quella di realizzare una efficace e programmata cooperazione tra Comune, Provincia, Istituti Scolastici e Privati tesa a favorire la pratica dello sport - prosegue -. Ma si sa che al momento parlando di “programmazione” cadiamo in un tabù argomentativo di non poco conto. Siamo quindi assolutamente concordi e ci affianchiamo a Roberto Costa nel suo appello di richiesta di un nuovo pala sport, il quale, a nostro avviso, non dovrebbe essere solo una “cattedrale” per lo sport di alto livello, ma una struttura utilizzabile da tutti, a tutti gli orari, e senza i costi energetici del Pala De Andrè. Un palazzetto dello sport che funga da palestra multifunzione oltre che da palcoscenico per le realtà sportive professionistiche, evitando loro di spostarsi in altre città. Una struttura a moduli prefabbricati che possa ospitare varie discipline come ad esempio il Pala Panini di Modena o il 105 Stadium della vicina Rimini".

"Un palazzetto dello sport che potesse ospitare, eventualmente, anche concerti importanti, grazie alla struttura predisposta all’acustica - evitando che la città si ritrovi costretta a chiudere strade a tutela del pubblico pagante per ascoltare - diventando un fulcro indispensabile di congregazione comunitaria, soprattutto giovanile, nonché meta di centinaia di persone anche da fuori città durante lo svolgimento degli eventuali show – siano essi sportivi o musicali -  portando, quindi, perché no, anche a qualche pernottamento in più - continua Tardi -. Tutto questo potrebbe essere raggiunto solo ed esclusivamente con la programmazione, la concertazione tra gli attori coinvolti e con il reperimento di sponsor privati, i quali, però, dovranno vedere nell’investimento un potenziale successo.  Ravenna potrebbe diventare un successo, anche se, al momento, il nebuloso stallo che la avvolge pare essere davvero fitto, in fin dei conti la nostra amministrazione ha promesso un beach stadium e su quello si focalizzerà. Portate pazienza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CambieRà: "Sì ad un nuovo pala sport anche per show"

RavennaToday è in caricamento