Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Impianto sportivo a Camerlona, Ancisi (LpRa): "Ampliare l'area per le società del territorio"

Il capogruppo della lista civica deposita un question time per discutere la proposta del Consiglio territoriale: "Potrebbero usufruire dell’area anche le società sportive dell’intera area di Piangipane"

Si torna a parlare dell'impianto sportivo di Camerlona con una interrogazione question time presentata al sindaco di Ravenna presentata da Alvaro Ancisi, capogruppo di Lista per Ravenna. Già il 3 marzo la lista civica aveva depositato un’interrogazione al primo cittadino per caldeggiare la proposta, avanzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica della Polisportiva Camerlona, di ampliare il campo sportivo locale, posto in via Sant’Egidio, ritenuto "ormai insufficiente ad ospitare un bacino d’utenza in forte costante aumento, largamente più ampio di questo solo paese". 

"L’occasione - spiega Ancisi - era la messa in vendita, al prezzo accessibile di 100 mila euro, del terreno agricolo di 28 mila metri quadrati contiguo al campo sportivo stesso. Alla Polisportiva ne servirebbero 5 o 6 mila. La risposta del sindaco, data in consiglio comunale dall’assessore allo sport Fagnani, è stata favorevole ad avviare e possibilmente concludere rapidamente la trattativa per la compravendita. Il Consiglio territoriale di Piangipane è andato tuttavia oltre questa istanza".

Attraverso la lettera inviata dal presidente del Consiglio territoriale Edgardo Canducci al sindaco si rileva “la grave carenza di disponibilità di aree sportive nella realtà territoriale di Piangipane, situazione mai stata così delicata e problematica per le società sportive locali. L’assegnazione, sia chiaro, lecita e corretta per vincita di un regolare bando, alla Società di calcio Ravenna Woman dell’area sportiva di Piangipane in via Maccalone ha creato, sin dall’inizio, difficoltà alle società sportive locali”. Sempre Canducci afferma di essere dovuto intervenire più volte “per permettere alle società locali di potersi allenare e disputare il campionato in quell’area e di fronte a tali problemi una Società, il G.S. Bruno Rossi, ha ritenuto opportuno ricercare una soluzione diversa chiedendo ospitalità, a pagamento, all’ASD Polisportiva Camerlona”. 

Il capogruppo di Lista per Ravenna sottolinea quindi le porposte del Consiglio territoriale di Piangipane, che è quella "di articolare in due parti l’intera area sportiva ampliata con l’intero acquisto del terreno contiguo in vendita: una di stretta competenza dell’attuale gestione, recintata e chiusa a chiave, accessibile ai soli tesserati della Polisportiva; un’altra con libertà di accesso ai cittadini di Camerlona che svolgono attività sportive diverse dal calcio o che semplicemente desiderano praticare sport per puro divertimento o svago, o che intendono trascorrere qualche ora all’aperto, svolgendo attività motoria, ma anche ad associazioni, società o gruppi che svolgono essi stessi attività sportive diverse dal calcio".

"Nel limite della capienza, potrebbero usufruire dell’intera area anche altre società sportive dell’intera area territoriale, comprendente, oltre a Camerlona, Piangipane, Santerno e San Michele - continua la proposta del Consiglio territoriale condivisa da Ancisi - Il centro polivalente, sede del seggio elettorale e del Comitato cittadino di Camerlona, separato dall’area sportiva di stretta pertinenza del settore calcio, verrebbe messo a disposizione delle varie associazioni che necessitano di una sede per riunioni e conferenze, usufruibile rivolgendosi alla Circoscrizione comunale e non all’attuale gestione dell’area sportiva, che non potrà fruirne come spogliatoio o altro di simile".

"Lista per Ravenna - conclude Ancisi - ritiene che la proposta sia di grande interesse e concreta fattibilità, a servizio, sportivo e non solo, dell’intera area territoriale di Piangipane. Chiede pertanto al sindaco se la giudica accoglibile e meritevole di essere portata avanti senza indugio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto sportivo a Camerlona, Ancisi (LpRa): "Ampliare l'area per le società del territorio"

RavennaToday è in caricamento