rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

"'Insieme' per combattere le disuguaglianze": i candidati si presentano

Mercoledì pomeriggio si sono presentati agli elettori ravennati i candidati di Insieme, la lista d'ispirazione ulivista che comprende Partito socialista italiano, Verdi e realtà civiche

"Insieme per combattere le disuguaglianze": mercoledì pomeriggio si sono presentati agli elettori ravennati i candidati di Insieme, la lista d'ispirazione ulivista che comprende Partito socialista italiano, Verdi e realtà civiche. "Ciò che ci differenzia dagli altri è che noi non abbiamo bisogno di urlare o fare false promesse - attacca Monica Ricci, candidata al plurinominale del Senato - e questo perchè siamo abituati a lavorare, ognuno con le sue competenze, per il bene del nostro Paese. Siamo una lista territoriale, tutti candidati della Romagna, quindi conosciamo bene queste province, a differenza di certi candidati di altri partiti".

"La legge elettorale e le divisioni che hanno atraversato la sinista rischiano di mettere in discussione un risultato che era alla portata di mano - spiega Sauro Turroni, capolista per il Senato - Il nostro obiettivo politico è quello di mettere "Insieme" nuovamente tutte le forze democratiche e tutti quelli che hanno a cuore il nostro Paese. Uno degli aspetti centrali del nostro programma è la sostenibilita, a partire da quella ambientale: i cambiamenti climatici qui a Ravenna - erosioni costiere, abbassamento del suolo, inquinamento dell'aria, consumo dei carburanti fossili - sono qualcosa che imcombe sulla nostra economia, sulla nostra società e sulla nostra sicurezza. Noi pensiamo che sia necessario mettere in atto delle politiche ambientali serie".

"Vogliamo portare a Roma un po' di Romagna - commenta Daniele Perini, capogruppo in consiglio di Ama Ravenna e capolista per la Camera - Per quanto riguarda il sociale credo che la Romagna possa davvero insegnare qualcosa all'Italia. Pensate se ci fosse una legge che regolarizzi davvero le slot machine: lo slogan potrebbe essere "meno slot, più letti in ospedale". E poi ancora: dobbiamo investire sulle scuole professionali, perchè in Romagna molti imprenditori sono in cerca di operai specializzati e non riescono a trovarli; ma bisogna anche abolire il numero chiuso di università sanitarie come Medicina e Scienze infermieristiche. E' necessario rimodellare tutto il tessuto sociale: dobbiamo investire di più sulla ricerca, combattere le disuguaglianze, incentivare investimenti sull'industria pulita e occuparci dei problemi dei disabili, di cui non parla mai nessuno". Il consigliere di maggioranza pone l'accento anche sul tema sicurezza: "Chiediamo la certezza della pena, che va scontata tutta senza la possibilità di sconti ai domiciliari". Sul tema disabilità torna poi Maria Grazia Creta, già assessore a Forlì e candidata alla Camera: "Chi ha un disabile in casa si sente solo ad affrontare un problema dai costi enormi".

"Oggi il Pd è in difficoltà, inutile negarlo - aggiunge Gennaro Mancino, candidato al Senato - Il nostro obiettivo è quello di portare a casa il massimo risultato possibile, per ottenere un riequilibrio all'interno del centrosinistra. La nostra è una lista che nasce per rimanere, e non un cartello elettorale: vogliamo proiettarci al futuro per dare risposte al Paese battendoci per il bene comune. Gli anni della crisi hanno distrutto tante ricchezze, ma hanno tolto anche tanti diritti. Il mondo del lavoro è cambiato, la formazione è fondamentale e deve guardare al futuro. La nostra parola guida è "sostenibilità": vogliamo ruscire a mantenere gli equilibri risorse-spese, mentre le proposte di molti candidati, che parlano alla pancia della gente più che alla testa, non sono sostenibili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"'Insieme' per combattere le disuguaglianze": i candidati si presentano

RavennaToday è in caricamento