rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica Faenza

La Lega: "No secco a nuovi supermercati a Faenza e Castel Bolognese"

Con queste parole esordisce il consigliere comunale della Lega Nord Jacopo Berti, responsabile della Lega anche per Castel Bolognese, in merito all’ipotesi di creazione di due nuovi supermercati

“No secco a nuovi supermercati a Faenza e Castel Bolognese”. Con queste parole esordisce il consigliere comunale della Lega Nord Jacopo Berti, responsabile della Lega anche per Castel Bolognese, in merito all’ipotesi di creazione di due nuovi supermercati, uno a Faenza e uno a Castello. "Credo che il territorio faentino e quello castellano siano ormai saturi di supermercati, se non vogliamo dare la mazzata finale agli esercenti del centro storico, le amministrazioni dicano un secco no all’insediamento di nuove strutture di vendita di media dimensione", evidenzia.

“Condivido totalmente le preoccupazioni espresse da Confesercenti e Ascom, non c’è il bisogno di nuovi supermercati sul territorio. Faenza oramai è satura, e anche i supermercati già esistenti sono in crisi, quindi sarebbe da pazzi considerare l’ipotesi di creazione di nuovi insediamenti del genere - prosegue -. A Castel Bolognese invece, visto che sono già presenti 3 supermercati e 1 discount, l’insediamento di un nuovo supermercato non farebbe altro se non dare il colpo di grazia ai già martoriati commercianti del centro storico.

Continua quindi il leghista: “Basti vedere quanto è accaduto a Riolo Terme e Fognano, dove i nuovi supermercati non hanno fatto altro se non desertificare il centro storico, mettendo in ginocchio le poche attività ancora funzionanti. Spero che le Amministrazioni non portino avanti questi progetti. Onde evitare problemi, la Lega Nord Faenza e il gruppo Consiliare Prima Castello vigileranno sulle modifiche al RUE, per controllare che non ci siano le modifiche paventate da Ascom e Confesercenti. Non vogliamo creare nuovi mostri commerciali, che non fanno altro che danneggiare il tessuto produttivo ed economico già violentemente tartassato”.

Conclude Berti: “Su Castel Bolognese, spero nel alt da parte dell’Amministrazione, soprattutto per il fatto che un nuovo supermercato toglierebbe pedonabilità al centro, appena rimesso a nuovo, e tutto ciò renderebbe l’investimento fatto completamente inutile. Invece per Faenza, vedendo i risultati dei centri commerciali già esistenti, e le grosse carenze e problematiche che molti di loro presentano, mi sembra stupido continuare su questa strada”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega: "No secco a nuovi supermercati a Faenza e Castel Bolognese"

RavennaToday è in caricamento